C.I. Turismo Endurance: vincono Colciago e Meloni

seat leon

Successo in gara 2, nella tappa di Imola del Campionato Italiano Turismo Endurance, per Paolo Meloni, su Bmw. La sfida parte con un colpo di scena, perché in griglia non si schiera il campione in carica Roberto Colciago, a causa di un problema al serbatoio della sua Seat Leon TSI. L'altra vettura spagnola, guidata da Valentina Albanese, scatta in testa alla corsa, davanti ad Andrea Bacci.

Al 3° giro si consuma un duello mozzafiato tra Gabbiani e Valli, con il sammarinese che attacca e passa, ma arriva largo alla curva successiva. Il milanese si riprende così il comando della seconda divisione. Al 4° giro Paolo Meloni attacca Bacci, che si trova alle spalle di Albanese, autentico leader fino a quel momento. Durante il settimo passaggio Mulacchiè prende di mira Bacci, poco dopo lo supera. Valli scavalca Gabbiani e tra i due si innesca un furioso duello a ritmi esagerati. Al 10° giro rientra ai box Bacci, costretto all'abbandono per il cedimento della frizione.

Dopo le soste, Paolo Meloni prende il comando delle danze, davanti alla Albanese, che ha ben presente la situazione di campionato e non tenta manovre eccessivamente rischiose con la sua Leon TSI. Terza piazza per Daniele Mulacchiè, particolarmente in forma nel week-end del Santerno con la Bmw. Questo sarà l'ordine d'arrivo.

La gara 1 si era invece chiusa nel segno di Roberto Colciago, primo al traguardo davanti a Valentina Albanese, per una doppietta firmata Seat. Il campione in carica ha centrato il secondo sigillo stagionale in una sfida ricca di imprevisti, che ne hanno animato le dinamiche. Anche il caldo è stato una delle note caratteristiche dell'appuntamento.

All'Autodromo "Enzo e Dino Ferrari", il successo di Colciago è giunto alla fine di una corsa assai impegnativa. Il driver di Saronno è scattato dalla prima fila. Dopo aver saputo attendere con pazienza, alle soste obbligatorie ha dato la svolta alla sua corsa, complici degli inconvenienti che hanno rallentato e fermato i più diretti avversari. Seconda posizione per Valentina Albanese, brava, aggressiva e determinata.

La romana non ha concesso nulla a nessuno ed ha lottato prima con un sempre forte Andrea Bacci, fino al sorpasso al 4° giro alla variante alta, poi è passata al comando quando sono iniziate le soste ai box, dopo le quali si è attestata in seconda posizione, senza mai allentare il ritmo, neanche quando lo sforzo chiesto alle gomme ha portato tutti alla crisi di tenuta. Terzo sul podio il bravo Daniele Mulacchiè, autore di una bella gara con la Bmw M3, con la quale ha avuto qualche brivido verso metà gara per un rischioso testacoda.

Via | Aci Sport Italia Press

  • shares
  • Mail