WTCC Istambul gara 1 e 2



E’ il giorno di Zanardi oggi a Istambul, ieri gli sfugge una pole alla sua portata ma oggi non gli sfugge una grande vittoria ottenuta d’autorità fin dalla partenza dove sfrutta la maggior motricità della sua 320 per portarsi davanti a Rydell. Da quel momento la corsa è saldamente nelle sue mani, Zanna non manifesta la minima incertezza nel controllare la Seat di Raydell che dal canto suo capisce ben presto che c’è poco da fare contro Alex. Dietro i primi due invece la battaglia infuria tra una muta di Seat e le BMW in particolare quella di Huisman, chi finisce subito nei guai è Andy Priaulx che si tocca con Luca Rangoni, si gira e danneggia pesantemente l’auto si ritrova 14° ma si ostina a rimanere in pista invece di rientrare a riparare l’auto. Tarquini terzo e seguito da Yvan Muller che si deve guardare dagli attacchi di Huisman e del duo BMW composto da Dick e Joerg Muller, le toccate e i fuori pista fra questi protagonisti si sprecano. Grande battaglia anche tra le Alfa di Farfus e Tavano alle prese con altre Seat Leon, Joerg Muller e Yvan Muller vanno lunghi ad una staccata Joerg non riesce a continuare e Yvan finisce 13^. Incidente anche per Tavano e Genè che non terminano la gara, che finisce con Zanardi davanti a Rydell, Tarquini e Dirck Muller, tra gli indipendenti la spunta invece Tom Coronel.

Gara 2
Gara due viene posticipata di due ore a causa di un violento acquazzone, quando le vetture vanno a schierarsi con gomme rain non piove quasi più, ma la pista è completamente allagata una curva in particolare che presenta quasi mezzo metro d’acqua, uno scandalo per un circuito di fresca omologazione Fia. Comunque dopo il ritardo la gara prende il via con Larini in testa seguito da Tertig e Dirck Muller, i primi allungano, mentre ancora problemi per Priaulx che fora una gomma va in testacoda ed è costretto al ritiro. Tertig riesce a superare Larini mentre Zanardi da spettacolo passando in un solo giro dalla nona alla quinta posizione, anche Tarquini riesce a raggiungere e sorpassare Larini, così in testa abbiamo le Seat di Tertig e Tarquini e poi un gruppetto composto da Larini, Dirck Muller , Rydell e Genè. Il colpo di scena avviene a fine gara quando Tertig a due curve dalla fine lascia strada a Tarquini, che vincendo si porta ora ad un solo punto dalla testa del Campionato, Larini conquista il primo podio della stagione, mentre D’Aste vince tra gli indipendenti davanti a Coronel.

Le classifiche di gara 1 e 2

Gara 1
1 - Alex Zanardi (BMW 320si) - Ravaglia - 10 giri
2 - Rickard Rydell (Seat Leon) - Seat - a 1"002
3 - Gabriele Tarquini (Seat Leon) - Seat - a 3"937
4 - Dirk Muller (BMW 320si) - Schnitzer - a 11"685
5 - Duncan Huisman (BMW 320si) - Ravaglia - a 12"005
6 - Peter Terting (Seat Leon) - Seat - a 14"936
7 - Nicola Larini (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 16"630
8 - Tom Coronel (Seat Leon) - GR Asia - a 23"418
9 - Augusto Farfus (Alfa 156) - N Technology - a 25"097
10 - Gianni Morbidelli (Alfa 156) - N Technology - a 25"928
11 - Pierre-Yves Corthals (Honda Accord) - JAS - a 28"436
12 - Stefano D'Aste (BMW 320i) - Proteam - a 28"566
13 - Yvan Muller (Seat Leon) - Oreca - a 30"938
14 - Andy Priaulx (BMW 320si) - RBM - a 32"683
15 - Robert Huff (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 32"684
16 - Maurizio Ceresoli (Seat Leon) - GR Asia - a 33"386
17 - James Thompson (Seat Leon) - Seat - a 36"068
18 - Diego Romanini (BMW 320i) - Wiechers - a 42"763
19 - Karun Okyay (BMW 320i) - Power - a 56"909
20 - Alain Menu (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 1 giro
21 - Luca Rangoni (BMW 320si) - Proteam - a 1 giro

Gara 2

1 - Gabriele Tarquini (Seat Leon) - Seat - 10 giri in 23'06"124
2 - Peter Terting (Seat Leon) - Seat - a 0"652
3 - Nicola Larini (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 8"139
4 - Rickard Rydell (Seat Leon) - Seat - a 8"276
5 - Jordi Gené (Seat Leon) - Seat - a 8"479
6 - Robert Huff (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 9"513
7 - Dirk Muller (BMW 320si) - Schnitzer - a 10"465
8 - Jorg Muller (BMW 320si) - Schnitzer - a 12"925
9 - Alex Zanardi (BMW 320si) - Ravaglia - a 19"688
10 - Duncan Huisman (BMW 320si) - Ravaglia - a 21"514
11 - Stefano D'Aste (BMW 320i) - Proteam - a 34"585
12 - Tom Coronel (Seat Leon) - GR Asia - a 35"020
13 - James Thompson (Seat Leon) - Seat - a 35"224
14 - Ibrahim Okyay (BMW 320i) - Power - a 51"892
15 - Salvatore Tavano (Alfa 156) - N Technology - a 52"282
16 - Gianni Morbidelli (Alfa 156) - N Technology - a 54"099
17 - Maurizio Ceresoli (Seat Leon) - GR Asia - a 54"159
18 - Diego Romanini (BMW 320i) - Wiechers - a 1'23"422
19 - Pierre-Yves Corthals (Honda Accord) - JAS - a 1'23"760

La classifica del Campionato piloti

1 Andy Priaulx (GBR) 58
2 Gabriele Tarquini (ITA) 57
3 Rickard Rydell (SWE) 54
4 Dirk Müller (GER) 51
5 James Thompson (GBR) 49



La pista di Istambul dopo il diluvio

Foto del titolo: Zanardi dominatore di gara 1
  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: