GP Gran Bretagna, Domenicali: "Periodo stregato"

ferrari

Il GP di Gran Bretagna di Formula 1 non è andato come previsto per la Scuderia Ferrari Marlboro. Per la prima volta nella stagione la squadra di Maranello è tornata a casa senza aggiungere nessun punto alla sua classifica. Le prime avvisaglie della piega che avrebbe preso la gara delle "rosse" sono giunte nelle fasi iniziali: Fernando Alonso, dopo una brutta partenza, è venuto a contatto con Felipe Massa, che ha riportato un piccolo danno all'ala anteriore ma, soprattutto, la foratura della gomma posteriore destra.

Costretto a rientrare ai box, il brasiliano si è ritrovato così in fondo al gruppo. Lo spagnolo, scivolato in quinta piazza, ha lottato a lungo, prima con Nico Rosberg e poi con Robert Kubica. Proprio un duello con il polacco è stato il secondo episodio cruciale della corsa: la direzione gara ha ritenuto che Alonso dovesse restituire la posizione guadagnata sul rivale, ma quando è stata data l'indicazione questo stava rallentando, a causa di un problema che lo avrebbe costretto al ritiro.

ferrari
ferrari
ferrari
ferrari

ferrari
ferrari
ferrari
ferrari

L'episodio ha creato un certo dibattito fra gli sportivi, che danno chiavi di lettura diverse all'accaduto. Il drive-through è arrivato in coincidenza con una fase di neutralizzazione, facendo retrocedere pesantemente l'asso di Oviedo. Le due forature giunte nel finale, prima a Felipe e poi a Fernando, sono state un’ulteriore indicazione di quanto nefasta fosse la giornata del "cavallino rampante". Magra la consolazione per la capacità dei due alfieri nel produrre ripetutamente il miglior tempo nelle ultime battute del confronto.

Stefano Domenicali racconta così la sfida di Silverstone: "E' un periodo davvero stregato, dove tutto sembra andare per il verso sbagliato. Non siamo contenti, ma non dobbiamo piangerci addosso. E' necessario reagire con calma, restando concentrati e continuando a lavorare come abbiamo fatto in queste settimane. Torniamo a casa senza punti, ma con la consapevolezza che il potenziale a disposizione è all'altezza della situazione. Inutile farci prendere dalla frustrazione: sono sicuro che presto arriveranno quei risultati e quei punti che, per tanti motivi, sono mancati nell'ultimo periodo. E' chiaro che la classifica si è fatta complicata, ma noi siamo convinti di avere ancora delle possibilità per lottare per il titolo. Continueremo a spingere sullo sviluppo della F10, fiduciosi nelle nostre chance di riguadagnare il terreno perduto fino ad oggi".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
61 commenti Aggiorna
Ordina: