GP Ungheria, osservazioni ed orari di Budapest

ungheria

In questi giorni le discussioni dei tifosi e degli addetti ai lavori della Formula 1 si sono focalizzate sulla doppietta della Ferrari ad Hockenheim e sul sorpasso di Fernando Alonso su Felipe Massa, frutto di giochi di squadra sanzionati dalla Fia. Il fatto ha generato punti di vista divergenti, animando un confronto ad ampio raggio.

Ora l'interesse si sposta sul Gran Premio d'Ungheria, in calendario nel prossimo week-end a Budapest. Sarà il circuito dell'Hungaroring, con la sua planimetria stretta e tortuosa, ad ospitare la sfida magiara. Questo tracciato è il più corto del mondiale dopo quello di Montecarlo. Una delle sue caratteristiche più insidiose è la polvere trasportata dal vento sulla pista, che cambia con una certa frequenza i coefficienti di aderenza. Poi ci sono le temperature, spesso piuttosto alte.

Quasi impossibile superare, anche se nel 2003 il rettilineo principale è stato allungato. L'appuntamento giunge all'orizzonte con un "cavallino rampante" in fase di crescita. Le monoposto della scuderia di Maranello hanno occupato in Germania i due gradini più alti del podio, dopo una prova convincente che rilancia le chance iridate.

Nel mirino delle "rosse" ci sono anche in questo caso le Red Bull, che restano i bolidi di riferimento. Le F10 dovranno confermare i loro progressi, per non far svanire quanto di buono visto si è visto ad Hockenheim. Anche perché dopo l'estate restano poche tappe per un'eventuale rimonta in classifica.

Molto importante sarà fare una buona qualifica, riducendo la possibilità di trovarsi imbottigliati nei classici trenini. Interessante conoscere la reazione di Massa, che su questa pista l'anno scorso ha rischiato di compromettere la carriera. Da tenere d'occhio anche la McLaren. La parola passa ora ai motori.

Informazioni

Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 70
Distanza totale: 306,630 km
Numero di curve: 14 – 8 destra, 6 sinistra
Mescole Bridgestone: supersoffici/medie

Record

Giro prova: 1:18.436 – R Barrichello – Ferrari – 2004
Giro gara: 1:19.071 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Distanza: 1h35:26.131 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Vittorie pilota: 4 – M Schumacher
Vittorie team: 9 – McLaren
Pole pilota: 7 – M Schumacher
Pole team: 7 – McLaren, Ferrari
Km in testa pilota: 1.215 – M Schumacher
Km in testa team: 2.467 – McLaren
Migliori giri pilota: 4 – M Schumacher
Migliori giri team: 9 – Williams
Podi pilota: 7 – M Schumacher, A Senna
Podi team: 20 – McLaren

Albo d'oro

1936 T Nuvolari – Alfa Romeo
01. 1986 N Piquet – Williams Honda
02. 1987 N Piquet – Williams Honda
03. 1988 A Senna – McLaren Honda
04. 1989 N Mansell – Ferrari
05. 1990 T Boutsen – Williams Renault
06. 1991 A Senna – McLaren Honda
07. 1992 A Senna – McLaren Honda
08. 1993 D Hill – Williams Renault
09. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
10. 1995 D Hill – Williams Renault
11. 1996 J Villeneuve – Williams Renault
12. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
13. 1998 M Schumacher – Ferrari
14. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
15. 2000 M Hakkinen – McLaren Mercedes
16. 2001 M Schumacher – Ferrari
17. 2002 R Barrichello – Ferrari
18. 2003 F Alonso – Renault
19. 2004 M Schumacher – Ferrari
20. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
21. 2006 J Button – Honda
22. 2007 L Hamilton – McLaren Mercedes
23. 2008 H Kovalainen – McLaren Mercedes
24. 2009 L Hamilton – McLaren Mercedes

Orari della sfida

Venerdì 30 luglio

10:00-11:30 – Prove Libere 1
14:00-15:30 – Prove Libere 2

Sabato 31 luglio

11:00-12:00 – Prove Libere 3
14:00-15:00 – Qualifiche – Diretta Rai Due

Domenica 1 agosto

14:00 – Gara – Diretta Rai Uno

Via | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: