Pagani Zonda R, altro video del record al Nurburgring

Torniamo sul record della Pagani Zonda R al Nurburgring con un documentario che illustra le caratteristiche dell'auto attraverso le parole di Horacio Pagani, fondatore dell'azienda che ha prodotto questo capolavoro. Il primato sulla Nordschleife è il frutto di una progettazione esemplare, che si è espressa al meglio in uno dei banchi di prova più severi del mondo. Percorrere i 20.832 metri del tracciato tedesco in poco più di 6'47" è un'impresa straordinaria, compiuta da un'auto di grande valore. Nessuna vettura di derivazione stradale era mai arrivata a tanto.

Anche Marc Basseng, autore dello strepitoso giro, si esprime con note di totale ammirazione, ma crede che il tempo possa essere ulteriormente abbassato, con un taglio di almeno altri otto secondi. Una delle caratteristiche esteriche più appariscenti di questa creatura è il grande alettone di coda, necessario ad assicurare un congruo carico deportante al bolide, spinto con foga da 750 cavalli infuriati. Una potenza spaventosa, fornita dal 12 cilindri Mercedes, opportunamente dopato per la missione prestazionale. La coppia motrice del cuore tedesco (portato a 7.3 litri) è di 710 Nm, per un tono sempre esuberante.

Con simili credenziali è facile credere a un passaggio da 0 a 100 in 3”2 e a una velocità di punta prossima ai 400 km/h. Ovviamente una proposta di così alto profilo velocistico non poteva deludere sul piano tecnologico. Infatti le performance dinamiche sono l’esatto specchio dell’esemplare progettazione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: