Porsche Cayman: a Los Angeles la Clubsport

PorscheCaymanS

I cugini di Autoblog ci informano che Porsche presenterà la Cayman Clubsport al prossimo salone di Los Angeles, in programma nel mese di dicembre. La nuova versione avrà il fascione anteriore ispirato alla Boxster Spyder, i cerchi alleggeriti da 19 pollici con disegno specifico, gli adesivi applicati lungo le fiancate e l’assetto ribassato (-20mm) con sospensioni PASM.

Come per gli altri modelli della casa di Stoccarda, il ciclo di vita della "piccola" coupé è scandito da tanti aggiornamenti che, in modo invisibile, migliorano l’anima delle proposte, avvicinandole progressivamente alla perfezione. Questo infaticabile lavoro non conosce pause e mette in luce la vitalità di un’azienda sempre attenta ai contenuti.

La paziente opera di affinamento amalgama in modo impeccabile le soluzioni tecniche, senza partorire un quadro emotivo asettico. Anzi, è proprio l’armonia delle variabili a generare una precisione espressiva che segna spesso i nuovi riferimenti, inondando di gioia i piloti di turno. Sarà così anche per la Cayman Clubsport.

Gli sforzi dei tecnici si sono concentrati su snellimenti mirati, per abbattere di 75kg il dato alla bilancia della versione S. Ne trarrà giovamento il rapporto peso/potenza, grazie anche ai 15 cavalli guadagnati dal sei cilindri boxer di 3.4 litri. L’opera di dimagrimento si è concentrata su più fronti, a partire dagli interni, che sono stati spogliati del superfluo, almeno nell’ottica racing. Quindi: sedili ultraleggeri, rivestimenti meno pretenziosi e grande attenzione alle cose che contano.

Anche i pannelli della carrozzeria sono stati chiamati a svolgere la loro parte, con soluzioni di taglio light. Per ridurre le masse non sospese si è fatto ricorso a cerchi dal basso peso specifico. Gli interventi non hanno risparmiato altri dettagli, studiati con estrema cura per conseguire lo scopo, senza inficiare la proverbiale affidabilità di famiglia. Nei prodotti di Stoccarda lo spirito sportivo non è mai andato a detrimento della robustezza ed anche in questo caso sarà così.

Significative le modifiche estetiche, che assumeranno l’essenza di un face lifting. Fra tutte spiccano lo spoiler fisso e i nuovi paraurti. Il tono corsaiolo è quindi garantito. Volendo si potranno avere le cinture a sei punti d’attacco e la gabbia di protezione. Ma ciò che più conta è il feeling di guida, che farà la gioia dei patiti dei track days.

Via | Autoblog.it

  • shares
  • Mail