GP Ungheria, Massa: "A Budapest punto alla vittoria"

red

A pochi giorni dalla conferenza stampa Fia riservata ai primi tre classificati nel Gran Premio di Germania di F1, Felipe Massa è tornato a rispondere alle domande dei giornalisti nell'incontro programmato dalla federazione a Budapest. Le prime curiosità non potevano che riguardare le sensazioni vissute dal pilota brasiliano su una pista che l'anno scorso lo vide protagonista di uno spaventoso incidente.

Il paulista ha così risposto: "Questo è un posto molto speciale per me, dopo quanto successo nel 2009, ma ho anche molti altri ricordi legati all'Hungaroring. Nel 2007 ho vissuto un pessimo fine settimana, qualificandomi male e partendo dalle retrovie. Nel 2008 ho invece disputato una delle migliori corse della mia carriera, prendendo la testa alla prima curva, dopo essere scattato terzo in griglia.

Stavo controllando la gara dalla prima posizione quando, a tre giri dalla bandiera a scacchi, il motore è esploso. Poi l'anno scorso il terribile incidente, la cosa più incredibile che sia accaduta nella mia vita. Adesso guardo a questo weekend, mi piace il tracciato, ma anche la città. Possiamo essere competitivi, anche perché i pneumatici portati qui dalla Bridgestone sono quelli che sembrano adattarsi meglio alla F10".

red
red
red
red

red
red
red
red

Scontate alcune domande su quanto successo domenica a Hockenheim: "Tutti sappiamo che qualche volta si vivono momenti difficili, dai quali si impara e si va avanti. Mi sento molto forte e punto alla vittoria in questo fine settimana". Ma i giornalisti in sala stampa sembravano più interessati a spingere il brasiliano della Ferrari a dire le cose che desideravano, con dei quesiti mirati.

Mostrando notevole calma e controllo, Massa non è caduto nella "trappola" ed ha risposto con parole molto precise: "Non farei mai nulla per scontentare il mio paese perché per me rappresenta la cosa più importante, è la mia casa. Non sono al servizio del mio compagno di squadra, sto lavorando per il mio team. Se mai mi sentissi una seconda guida, quello sarebbe il giorno in cui smetterei con le corse".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: