Ferrari, Alonso: "In vacanza, ma senza staccare la spina"

alonso

Oggi per Fernando Alonso cominciano le ferie, come per tutto il personale della Scuderia Ferrari Marlboro. Dopo essere stato fino a giovedì a Maranello, per lavorare insieme alla squadra alla preparazione della fase finale del campionato 2010 e alla definizione delle linee guida della monoposto 2011, il pilota spagnolo ha voluto essere ieri a Madonna di Campiglio, per la presentazione del libro di Ercole Colombo sul ventennale di Wrooom.

Queste le sue parole: "Non sarà possibile scollegare completamente la mente in questi quindici giorni: cercherò di rilassarmi e di fare un po' di sport ma, almeno una volta al giorno, fosse anche per dieci minuti, il mio pensiero andrà inevitabilmente alla prossima gara in Belgio. Credo che sarà così per tutti e che il momento in cui la pausa arriva non faccia assolutamente la differenza".

Poi ha aggiunto: "Dopo qualche gara sfortunata, andata male per vari motivi, abbiamo preso la direzione giusta. La macchina è molto migliorata: ciò mi fa essere più ottimista e ha fatto crescere la fiducia in tutta la squadra. A Spa avremo ancora qualcosa in più e speriamo che ci faccia migliorare ulteriormente: anche gli altri lo faranno, vorrà dire che dovremo essere più bravi e più veloci di loro nello sviluppo".

Quanto alla situazione nella classifica piloti, Alonso è stato molto sincero: "Ci sono bastate due gare normali per rientrare pienamente in lotta per il titolo. E’ vero, siamo ancora indietro nella classifica ed è sempre meglio essere davanti, ma sono convinto che per la volata finale, vale a dire le ultime due o tre gare, saremo più avanti di dove siamo adesso: l’importante è rimanere calmi e concentrati e fare bene il nostro lavoro. Difficile dire chi sia il mio avversario più forte: siamo praticamente tutti alla pari. Magari Hamilton, Button ed io, che abbiamo già vinto un titolo, affrontiamo il rush finale con maggiore calma, avendo già vissuto un’esperienza simile. Percentuali? Direi 50%, com’è normale che sia…"

A Fernando è stato chiesto quali differenze senta nel suo rapporto con la Ferrari dopo sette mesi: "Non è cambiato molto dal gennaio scorso. Subito mi sono sentito a mio agio, come in una famiglia. Wrooom mi ha aiutato tanto a fare subito squadra con i miei nuovi collaboratori e con il mio compagno, al quale mi lega un ottimo rapporto. Da noi c’è un clima straordinario, credo migliore di quello che si trova in tutte le altre squadre: spero tanto di poter tornare qui il prossimo gennaio con delle soddisfazioni in più!"

Non poteva mancare un riferimento alla prossima riunione del Consiglio Mondiale della Fia, dove verrà discusso il caso del Gran Premio di Germania: "Dobbiamo aspettare la decisione con fiducia, sperando in un esito positivo. A noi piloti e agli ingegneri spetta il compito di rimanere concentrati sulla macchina e sul nostro lavoro, cercando di fare risultato in pista".

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail