F1, Hellmund: "Austin? Perfetta per il GP degli USA"

bandiera

La Formula 1 tornerà negli Stati Uniti, a partire dal 2012. Il Gran Premio a stelle e strisce si disputerà ad Austin, in un autodromo appositamente costruito nella capitale del Texas. Una cosa mai successa in precedenza, come aveva sottolineato Bernie Ecclestone: "Per la prima volta nella storia della categoria, negli Usa sarà costruito un impianto ad hoc per ospitare un appuntamento iridato. Erano 30 anni che non si andava a correre su un circuito vero negli States, quando il GP si teneva con grande successo a Watkins Glen".

Tavo Hellmund, uomo di riferimento del nuovo sbarco statunitense, pensa che l'impianto destinato ad accogliere la sfida sia così ben concepito da poter rimanere in calendario per 40 anni: "Ho considerato Austin la scelta migliore. La città si è sviluppata enormemente negli ultimi 15 anni, in ogni aspetto, quindi per me non c'era posto migliore per tenere la gara. Molte aziende hanno sede qui. Pensate alla sua posizione: è facilmente raggiungibile dal Centro e Sud America. In questo senso è perfettamente centrale. Abbiamo un contratto per i prossimi 10 anni, ma potremmo correre qui per i prossimi otto lustri".

Ora Ecclestone pensa a un secondo Gran Premio negli Stati Uniti. La conferma giunge dal diretto interessato, sulle pagine di Autosport. Il patron del Circus spera di inquadrare la sfida nello scenario di New York, ma non si escludono altre opzioni.

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: