F1, Lauda: "La condotta Ferrari in Germania non mi è piaciuta"

lauda

Niki Lauda condanna senza appello la gestione del muretto Ferrari con riferimento al sorpasso di Fernando Alonso su Felipe Massa nelle fasi finali del Gran Premio di Germania di Formula 1, quando il brasiliano rallentò vistosamente, aprendo le porte al sorpasso del compagno di squadra.

L'ex pilota del "cavallino rampante", con il linguaggio diretto che lo contraddistingue, esprime tutto il suo disappunto per la logica degli ordini di scuderia, che compromette lo spettacolo agonistico. In un'intervista al sito ufficiale del Circus, il campione austriaco si esprime in questi termini: "L'episodio avvenuto ad Hockenheim va contro ogni regola della F1 odierna. O le norme vengono cambiate, oppure tutti sono tenuti ad osservarle. Quello che hanno fatto gli uomini di Maranello è sbagliato, infatti sono stati subito puniti, ma a mio giudizio altri provvedimenti andranno presi in sede di Consiglio Mondiale Fia".

Il caso verrà discusso l'8 settembre a Parigi, ma Lauda fa capire già cosa si aspetta, perché non riesce a digerire la condotta del gruppo guidato da Stefano Domenicali: "Nel Circus esistono due modi per dirigere una squadra: se si propende per un approccio politico, allora si entra nella linea di pensiero della Ferrari; in alternativa si possono dare ai propri piloti le stesse possibilità, garantendo ai fans uno sport emozionante, com'è nella tradizione Red Bull. In questo modo gli appassionati hanno una chiara percezione di quel che fanno i migliori piloti sulle migliori vetture. Prevale infatti la filosofia che premia il driver più veloce. Altrimenti il risultato viene alterato dalle decisioni del team. Mi rendo conto, tuttavia, che si tratta di un argomento spinoso, dove spesso le opinioni differiscono".

(Grazie tibur)

Via | Stopandgo.tv

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: