Civm: Simone Faggioli vince il Trofeo Luigi Fagioli

Simone Faggioli

Simone Faggioli, con l'Osella FA 30 Zytek, si è aggiudicato il 45° Trofeo Luigi Fagioli, nona delle dodici prove del Campionato Italiano Velocità Montagna. Dietro di lui ha chiuso il trentino Christian Merli, con la nuova Picchio P4/E2, che centra la vittoria di gruppo al suo esordio nella serie tricolore.

Terzo posto per il pisano Michele Camarlinghi, che mantiene il secondo posto nella classifica assoluta e il primato nella classe di appartenenza. Alla cerimonia di premiazione tutti i piloti hanno ricordato Lionel Regal, l'asso francese recentemente scomparso in un incidente di gara.

Queste le parole del vincitore: "E' stato un successo difficile, ma assai utile per il campionato. Non ho corso al massimo della condizione psicologica, per la dipartita di un grande avversario come Regal, cui dedico questo importante risultato. Il titolo europeo è arrivato, ma quello italiano non lo abbiamo ancora in mano".

Merli è felice del comportamento del suo bolide: "Non potevo sperare in un esordio migliore per la Picchio. Abbiamo lavorato intensamente, ma non credevamo di essere già in grado di ambire al podio ed al successo di classe. La Tschager Motorsport e gli stessi tecnici della Picchio hanno svolto un ottimo lavoro. Questo risultato è un buon incentivo per il futuro".

Tornando all'ordine d'arrivo, il quarto posto è andato a Carmelo Scaramozzino, seguito da Franco Cinelli. Per il sardo Omar Magliona ancora una vittoria in gruppo CN, che gli consente di allungare in classifica. Colpo di scena in gruppo GT dove Leo Isolani ha vinto la prima manche al volante della Ferrari 575, ma un testacoda nella seconda ha vanificato la sua gara rendendo ora assai onerosa la rincorsa al titolo. Il gradino più alto del gruppo è quindi andato ad Antonio Forato, su Ferrari F430 di classe GT4.

Il gruppo E1 Italia ha offerto ancora una volta un appassionante duello sul filo dei centesimi di secondo. Ha vinto il pluricampione romano Marco Iacoangeli, perfetto interprete del tracciato con la sua Bmw 320 con la quale ha battuto di pochi centesimi l'Alfa 155 V6 di un altro campione come il fiorentino Fabrizio Pandolfi. A completare il podio il teramano Roberto Di Giuseppe, su Alfa 155 GTA.

Classifica dei primi dieci:

01. Faggioli (Osella FA 30 Zytek) in 3'15"943
02. Merli (Picchio P4/E2) a 7"947
03. Camarlinghi (Osella PA 30/S Zytek) a 8"947
04. Scaramozzino (Lola Zytek 02) a 10"944
05. Cinelli (lola Zytek) a 10"9451
06. Nappi (Osella FA 30 Zytek) a 11"94
07. Picchi (Lola Dome Alfa Romeo) a 13"94
08. Farris (Tatuus F. Master) a 15"94
09. Cassibba G. (Osella PA 20/S BMW) a 16"94
10. Cassibba S. (Tatuus F. Master) a 16"94

Via | Acisportitalia.it
Foto | Paddock.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: