GP Belgio: Hamilton vince una sfida ricca di colpi di scena

hamilton

Lewis Hamilton, con la sua McLaren, vince il Gran Premio del Belgio di Formula 1, che si è appena concluso sulla mitica pista di Spa-Francorchamps. Dietro di lui Mark Webber (Red Bull), Robert Kubica (Renault), Felipe Massa (Ferrari) e Adrian Sutil (Force India). Poi Nico Rosberg, seguito dal compagno di squadra Michael Schumacher, entrambi su Mercedes.

Come sempre, la sfida delle Ardenne è stata ricca di colpi di scena, con ritiri pesanti e molte sorprese. L'ultima, in ordine di tempo, la digressione fuori pista di Fernando Alonso, al 39° giro. Fuori gara nelle fasi precedenti altri protagonisti della lotta iridata, come Jenson Button, toccato da Sebastian Vettel al 17° passaggio, con abbandono del primo e gara compromessa per il secondo. Ora Hamilton comanda il mondiale.

Già allo start si intuisce che la sfida non sarà monotona, con la terribile partenza di Mark Webber, sfilato da molti avversari. Il comando passa a Lewis Hamilton, seguito da Jenson Button e Robert Kubica. Massa è quinto, Alonso ottavo. Lo spagnolo viene tamponato da Barrichello alla seconda tornata, perdendo l'alettone posteriore. Deve quindi rientrare ai box. La pista comincia a bagnarsi e succede di tutto, con diversi piloti in difficoltà.

Entra la safety car, con l'obiettivo di riportare un po' d'ordine. Al rientro sul campo di gara, la Ferrari dell'asturiano si trova al 18° posto. Per l'uomo di punta del "cavallino rampante" la gara si fa davvero impegnativa. La presenza dell'auto di sicurezza dura poco. Alla sua uscita Vettel infila Kubica, guadagnando una posizione. Anche davanti è lotta fra le due McLaren, con Button all'attacco di Hamilton. L'asso di Stevenage, però, resiste e conserva la leadership.

Al quinto giro smette di piovere e sono problemi per Alonso: la sua "rossa" monta infatti gomme intermedie, non adatte alla nuova situazione ambientale. Alcuni attimi dopo rientra ai box per cambiarle. Intanto, nella linea di testa, cresce il divario fra le due creature di Woking, ma la prestazione offerta da Button resta comunque maiuscola.

All'ottavo passaggio il sole fa la sua comparsa sul circuito, confermando la variabilità meterologica dell'area in cui si disputa il confronto. E' di cinque secondo il vantaggio di Hamilton su Vettel, che è terzo. Appena più indietro Robert Kubica, mentre Massa occupa il sesto posto, a 9" dal primo. Alonso tenta di sfruttare la situazione, effettuando diversi sorpassi.

Da alcune comunicazioni interne, sembra che la pioggia possa tornare nell'arco di venti minuti. Se così sarà, altre sorprese potrebbero incidere sulla geografia della classifica. In attesa di verificarlo, prosegue la battaglia, con un contatto tra Rosberg e Schumacher, nel tentativo di passare Petrov.

La situazione di testa sembra stabile, ma l'attenzione di tutti è sui nuvoloni che minacciano l'impianto belga. A tredicesimo giro Vettel è in scia a Button, rallentato da problemi all'alettone. L'inglese, che gira più piano del compagno di squadra, cerca di resistere agli attacchi del tedesco, ma questi, dopo qualche tornata, lo colpisce, costringendolo al ritiro. Per il campione del mondo in carica sono momenti di comprensibile delusione. La Red Bull, invece, deve rientrare ai box, scontando una penalizzazione.

Si avvicina il momento del cambio gomme per le auto dei piloti al vertice. Il primo a fare il pit stop è Mark Webber, che rientra al quarto posto. Hamilton ha 11" di vantaggio su Kubica, mentre il tempo si fa minaccioso. Tutte le prospettive sono possibili in Belgio, ma anche dopo il rientro dai box l'asso di Stevenage conserva il comando delle danze, seguito dal polacco della Renault e dall'australiano della Red Bull, che recupera il gradino più basso del podio. Quarto Felipe Massa, con la prima Ferrari.

Il brasiliano di Maranello centra il giro più veloce, lasciando intuire il potenziale della sua monoposto, pochi minuti dopo la foratura di Vettel per il contatto con Liuzzi. Il tedeschino perde terreno, rientra in pit line e torna in pista nelle retrovie. Al 29° giro Hamilton toglie a Massa il piacere del crono più rapido, affermando la sua legge anche su questo fronte.

Quando mancano dieci tornate alla bandiera a scacchi, vento e tuoni irrompono su Spa, lasciando ipotizzare un rapido arrivo della pioggia. Giove Pluvio non si fa attendere e bagna d'acqua il circuito delle Ardenne. Tutto può succedere, anche perché la precipitazione si fa sempre più intensa. Hamilton perde il controllo e finisce fuori, ma per fortuna riesce a riprendere la pista. Tutti dentro a cambiare le gomme!

In corsia box Vettel rischia di combinarne un'altra, sfiorando il tamponamento con Alonso. Durante il pit stop Webber passa Kubica, guadagnando il secondo posto. Terzo il polacco, seguito da Massa. Il circuito offre scenari mutevoli e una forte variabilità nel grip, creando problemi di gestione. Ne paga le spese Fernando Alonso, che finisce in testacoda al 39° giro. Per lui è la fine della gara, ma anche un momento difficile nell'ottica dei sogni iridati. Entra la safety car. Alla sua uscita la situazione di testa non cambia, mentre Rosberg infila Schumacher. Il successo va con merito a Lewis Hamilton.

GP Belgio, ordine d'arrivo:

01. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes 1h 29'04"268
02. Mark Webber - Red Bull-Renault +1.571
03. Robert Kubica - Renault +3.493
04. Felipe Massa - Ferrari +8.264
05. Adrian Sutil - Force India-Mercedes +9.094
06. Nico Rosberg - Mercedes +12.359
07. Michael Schumacher - Mercedes +15.548
08. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari +16.678
09. Vitaly Petrov - Renault +23.851
10. Jamie Alguersuari - Toro Rosso-Ferrari +29.457
11. Vitantonio Liuzzi - Force India-Mercedes +34.831
12. Pedro De la Rosa - Sauber-Ferrari +36.019
13. Sebastian Buemi - Toro Rosso-Ferrari +39.895
14. Nico Hulkenberg - Williams-Cosworth +1 lap
15. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault +1 lap
16. Heikki Kovalainen - Lotus-Cosworth +1 lap
17. Lucas Di Grassi - Virgin-Cosworth +1 lap
18. Timo Glock - Virgin-Cosworth +1 lap
19. Jarno Trulli - Lotus-Cosworth +1 lap
20. Sakon Yamamoto - HRT-Cosworth +2 laps

Ritirati:

Fernando Alonso - Ferrari out@lap 38
Jenson Button - McLaren-Mercedes out@lap 16
Bruno Senna - HRT-Cosworth out@lap 6
Rubens Barrichello - Williams-Cosworth out@lap 1

Classifica Piloti:

01. Lewis Hamilton 182
02. Mark Webber 179
03. Sebastian Vettel 151
04. Jenson Button 147
05. Fernando Alonso 141
06. Felipe Massa 109
07. Robert Kubica 104
08. Nico Rosberg 102
09. Adrian Sutil 45
10. Michael Schumacher 44
11. Rubens Barrichello 30
12. Kamui Kobayashi 21
13. Vitaly Petrov 19
14. Vitantonio Liuzzi 12
15. Nico Hulkenberg 10
16. Sebastien Buemi 7
17. Pedro de la Rosa 6
18. Jaime Alguersuari 4
19. Heikki Kovalainen 0
20. Karun Chandhok 0
21. Lucas di Grassi 0
22. Jarno Trulli 0
23. Bruno Senna 0
24. Timo Glock 0
25. Sakon Yamamoto 0

Classifica Costruttori:

01. Red Bull-Renault 330
02. McLaren-Mercedes 329
03. Ferrari 250
04. Mercedes GP 146
05. Renault 123
06. Force India-Mercedes 57
07. Williams-Cosworth 40
08. BMW Sauber-Ferrari 27
09. Toro Rosso-Ferrari 11
10. Lotus-Cosworth 0
11. HRT-Cosworth 0
12. Virgin-Cosworth 0

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
108 commenti Aggiorna
Ordina: