GP Belgio, Alonso: "Bisogna recuperare il terreno perduto"

fernando alonso

Fernando Alonso è deluso di come sono andate le cose nel Gran Premio del Belgio di Formula 1, dove è stato costretto al ritiro per un testacoda nelle fasi conclusive della sfida di Spa-Francorchamps. Questo errore ha inciso sul suo risultato, già compromesso da situazioni precedenti.

Ora la prospettiva iridata è più lontana, ma l'asturiano crede ancora di potercela fare: "La prima delle sette finali è andata male per me e per altri due dei cinque finalisti, mentre gli altri due hanno fatto il massimo: vorrà dire che dovremo recuperare altrove il terreno perduto sulle Ardenne".

Ecco come Alonso racconta la sua prova: "Alla partenza avevo guadagnato subito delle posizioni e c’erano le premesse per fare una bella gara. Poi mi sono trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato quando Rubens non è riuscito a controllare la frenata e mi è venuto addosso. Sono rientrato subito ai box per cambiare le gomme e per controllare che la macchina fosse integra. Abbiamo montato coperture intermedie, sperando in una pioggia più consistente e costante, ma così non è stato".

"Sabato -aggiunge il pilota spagnolo della Ferrari- speravo nella pioggia, ma quando è arrivata era ormai troppo tardi per darmi una mano in maniera sostanziale, anzi mi ha impedito di avere la chance di superare le macchine che avrebbero dovuto fermarsi per montare le gomme morbide. Poi è arrivata l’uscita di pista, quando sono salito su un cordolo. Lì la mia gara è finita: peccato, anche se i punti che avrei potuto portare a casa sarebbero stati comunque pochi. La delusione è grande perché questo è un risultato negativo, ma non significa che non creda più nella possibilità di vincere il titolo".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: