Jochen Rindt, ricordo di un campione a 40 anni dalla scomparsa

Il 5 settembre di 40 anni fa scomparve a Monza, in un tragico incidente sulla Lotus 72, Jochen Rindt, grande pilota austriaco vincitore di 6 Gran Premi di Formula 1 e Campione del Mondo della categoria nel 1970. Il titolo gli venne assegnato dopo la dipartita, caso unico nella storia del Circus.

Una delle sue caratteristiche peculiari era la capacità di esprimersi ai massimi livelli sul giro singolo, dove risultava velocissimo. Per il suo piede destro molto pesante venne battezzato dai tifosi con il soprannome di "Dynamite". Alcuni gli rimproverano la mancanza di visione strategica, ma lui correva con il cuore, regalando emozioni al pubblico.

Nella trionfale stagione della sua morte aveva centrato una bella tabella di marcia, vincendo in ben cinque occasioni, ma poi giunse il drammatico appuntamento in Brianza, dove quasi certamente venne tradito dall'impianto frenante del suo bolide. Una volta sola fece su serio al volante di una Ferrari, vincendo la 24 Ore di Le Mans del 1965, con la 250 ML privata della Nart, condotta in corsa insieme a Masten Gregory. Oggi vogliamo ricordare Rindt con un video a lui dedicato.

(Grazie tibur)

Via | Stopandgo.tv

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: