Ferrari Racing Day: Baron e Gai prendono il largo a Budapest

ferrari racing day

Giornata conclusiva dei Ferrari Racing Days a Budapest con i due turni di competizioni delle serie continentale e tricolore del Challenge Trofeo Pirelli e le sessioni di prove libere per quattro esemplari di FXX, quattordici di 599XX e quindici monoposto storiche, coordinate dal dipartimento F1 Clienti di Maranello.

Protagonista dell’evento Felipe Massa, che ha effettuato alcuni giri in pista al volante di una Ferrari California, entusiasmando poi i numerosi appassionati che affollavano le tribune con la F60, la monoposto utilizzata dalla Scuderia nella stagione 2009 di Formula 1.

Fra le attività non agonistiche, alcune sessioni dedicate ai numerosi clienti Ferrari presenti, che hanno potuto misurarsi al volante delle loro vetture nello speciale programma ‘Emozioni in pista’. Tra i concorrenti della serie europea, Philipp Baron (Baron Service) ha registrato la vittoria di Gara 2, precedendo nell’ordine Alexey Vasiliev (Ferrari Moscow) e Robert Pergl (Scuderia Praha).

Successo tra i gentleman driver della Coppa Shell per Aleksandr Skryabin (Ferrari Moscow), che ha chiuso davanti a Tibor Valint (Warm Up) e a Wido Roessler (Baron Service). Nella prova pomeridiana riservata ai protagonisti della serie italiana, Stefano Gai (Rossocorsa) si è imposto dopo una gara spettacolare e ricca di sorpassi su Giorgio Sernagiotto (Motor/Piacenza) e su RiccardoRagazzi (Ineco/MP), che hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione.

Flavio Pierleoni (Motor/Malucelli) ha poi colto il successo nella Coppa Shell mettendosi alle spalle Andrea Rizzoli (Motor/Piacenza) e Massimo Mantovani (Motor/Malucelli). Il prossimo appuntamento con i protagonisti della serie europea del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è in programma sul circuito francese Paul Ricard (Le Castellet) nel weekend del 19 settembre, mentre la serie italiana del monomarca sarà di scena presso l’Autodromo Pietro Taruffi di Vallelunga il 9 e 10 ottobre.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail