Un'Abarth 500 nel Rally mondiale dell'Alsazia



I lunghi percorsi del Campionato Mondiale Rally non spaventano l’Abarth 500 Rally, che nel recente Rally di Francia, ha visto il traguardo con l’equipaggio transalpino formato da Benoit Meyer e Julien Ancel.

Tre giorni di gara con 19 prove speciali tutte su asfalto, nelle regione francese dell’Alsazia, piuttosto veloci e insidiose, disputate in condizioni meteo variabili, con forti piogge e alternanza di cielo sereno.

Al debutto con l’Abarth 500 iscritta nel Gruppo R3T del Grand National, Meyer ha iniziato la gra con prudenza, migliorando via via le prestazioni e concludendo al 4° posto di Gruppo R, con la grande soddisfazione di aver disputato la prima edizione mondiale della gara alsaziana, che nel calendario del Mondiale Rally ha sostituito quest’anno il Tour de Corse.

Questa esperienza internazionale si aggiunge al successo che la vettura dello Scorpione ha riscosso in Italia nella prima stagione del Trofeo Abarth 500 Rally-Selenia, rivolto in particolar modo ai giovani, che hanno trovato in quest’automobile un mezzo di facile ed economica gestione.

Un’attenzione, quella nei confronti dei giovani, dimostrata dal fatto che i premi più ambiti del Trofeo sono stati riservati agli Under 25. Il giovanissimo veneto Giacomo Costenaro, vincitore delle classifiche Under 25 e Under 23, sarà al via del Rally di Como – ultima prova del Campionato Italiano, in programma dal 21 al 23 ottobre – al volante di un’Abarth Grande Punto S2000 ufficiale. La stessa opportunità l’avrà il siciliano Andrea Nucita, secondo in entrambe le graduatorie, in occasione del Monza Rally Show.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: