Il team Pescarolo si assicura un futuro agonistico

pescarolo

L'asta per la liquidazione della Pescarolo Sport è stata favorevole agli appassionati, con un esito che evita una triste scomparsa al glorioso team. I beni battuti sono stati comprati da Jacques Nicolet, amico di lunga data di Henri Pescarolo, insieme a Joel Rivière, grande appassionato di automobili. Neppure alto il costo dell'operazione, ma questo è un dettaglio secondario.

Ora si cercherà di far ripartire il motore, dopo la disastrosa cessione a Jean Py. La volontà c'è davvero tutta. Nicolet, attuale titolare dell'OAK Racing, vuole dare le migliori soddisfazioni all'amico Henri, che potrà continuare la sua avventura nel mondo dell'endurance. Queste le parole di Pescarolo: "Sono stupito e un po' riconciliato con l'umanità. Dovremo tornare al lavoro subito per consentire il riavvio. E' una grande responsabilità e non dobbiamo deludere la fiducia che è stata riposta in noi".

Ricordiamo che la Pescarolo Sport era stata dichiarata fallita nel mese di luglio da un Tribunale del Commercio francese. La squadra versava in difficili condizioni finanziarie, che ne avevano decretato l'amministrazione controllata. Il team era stato fondato nel 2000. Alcuni problemi economici avevano spinto Henri Pescarolo a cederlo nel 2008, prima che l'anno dopo finisse nelle mani di Jean Py, boss di una società attiva nel settore dei compositi.

Quest'ultimo ha mancato l'obiettivo del rilancio, rendendo ancora più difficile il quadro, fino alla sentenza della giustizia civile. Sconsolato, Pescarolo aveva detto in occasione del verdetto: "Py è riuscito a distruggere in un anno una squadra che avevo costruito in otto anni". Ora può riprendere a sperare, grazie all'esito della liquidazione e ai buoni propositi dei nuovi proprietari.

Via | Endurance-info.com Paddock.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: