GP Brasile: le qualifiche viste dagli uomini Ferrari

alonso

L'esito delle prove di qualificazione del Gran Premio del Brasile di Formula 1 non ha regalato il sorriso agli uomini della Ferrari, che si aspettavano un risultato decisamente migliore. Invece le "rosse" partiranno dal quinto e nono posto, con Fernando Alonso davanti a Felipe Massa. Sulla prestazione dello spagnolo ha inciso l'errore alla curva 10 commesso all'ultimo giro, quando sembrava possibile l'accesso alla prima fila.

Stefano Domenicali è netto nella sua analisi: "Sapevamo che con condizioni meteorologiche del genere sarebbe stata una qualifica particolarmente complicata, ma il risultato non rispecchia le nostre speranze e il nostro potenziale. Rammarico a parte, dobbiamo ricordarci che i punti si assegnano la domenica: lo abbiamo detto dopo una buona sessione, lo ripetiamo anche adesso. Tante volte il verdetto delle prove è stato ribaltato in gara, dove spesso la musica è molto diversa. Dobbiamo rimanere concentrati".

Anche Alonso non drammatizza il quadro: "Il quinto posto non è la fine del mondo. In diverse occasioni abbiamo visto le Red Bull davanti e la McLaren di Hamilton in lotta con noi per il terzo posto. A parte Hulkenberg, autore di un giro pulito in Q3, tutti gli altri non siamo stati altrettanto bravi, anche perché la traiettoria asciutta era veramente stretta. Bastava mettere le gomme dieci centimetri fuori per perdere tantissimo tempo. Con queste condizioni c’era molto da perdere e poco da guadagnare: sarebbe bastata una scelta sbagliata per finire fuori già prima di arrivare all’ultima parte della sessione".

"In gara -aggiunge l'asturiano- dovremo cercare di mettere a frutto i nostri punti di forza, in particolare il passo sulla lunga distanza: se sapremo gestire bene le gomme, magari nel finale potremmo avere un vantaggio. Anche la partenza sarà importante: noi proveremo a guadagnare delle posizioni, ma con un occhio a quello che faranno i nostri avversari, visto che pure per loro sarà un momento cruciale. Dal punto di vista della strategia è chiaro che la presenza di Nico in pole introduce una variabile inaspettata. L’obiettivo principale di questo fine settimana è di aumentare il vantaggio su Webber, per arrivare ad Abu Dhabi con maggior tranquillità; se non fosse possibile, allora cercheremo di limitare i danni".

Nelle parole di Massa emerge una certa delusione: "Peccato, non sono riuscito a lottare per le prime posizioni come speravo, per dare ai tifosi brasiliani un bel risultato. E’ sempre emozionante correre davanti a questa gente fantastica. La gara dovrebbe disputarsi sull’asciutto, quindi con un asfalto ben diverso da quello delle prove. Nella prima giornata di libere Fernando era molto veloce sulla distanza, credo che potremo avere l’opportunità di rimontare delle posizioni. Congratulazioni a Nico per la sua prima pole: sono sicuro che sarà al settimo cielo".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail