F1: "Meglio perdere che manipolare i risultati come la Ferrari". Dietrich Mateschitz riaccende la polemica

dietrich_mateschitz

Dietrich Mateschitz, il numero uno della Red Bull, ha tirato una stoccata di quelle pesanti ai danni della Scuderia Ferrari. Se Chris Horner e ancor più Jenson Button hanno espresso con toni assolutamente pacati un certo disappunto nel caso di vittoria di Alonso con meno di 7 punti di vantaggio sul secondo in classifica mondiale, il miliardario austriaco è tornato sugli ordini di scuderia Ferrari del GP Germania senza peli sulla lingua.

"Piuttosto che dare ordini di scuderia per manipolare i risultati, preferirei che i miei piloti perdano il Mondiale" ha dichiarato Mateschitz. Che osserva: "Se la Ferrari non avesse impartito ordini di scuderia a Hockenheim, Alonso non avrebbe superato Massa, sarebbe arrivato secondo in gara e oggi avrebbe solo un punto di vantaggio su Webber, non otto".

"Adesso sembriamo degli idioti semplicemente perché non ci siamo comportati come loro. Ma non ci abbiamo mai pensato nemmeno lontanamente, in quanto entrambi i nostri piloti sono in corsa per il titolo. Un secondo posto ottenuto in correttezza può valere più di una vittoria basata sugli ordini di squadra". E Herr Dietrich non si è fermato qui.

"Lo scenario peggiore è chiaramente la nostra sconfitta, ma prevedo comunque un finale hollywoodiano" ha dichiarato il patron della Red Bull. "Se non vinceremo quest'anno, ce la faremo l'anno prossimo, ma in ogni caso la nostra filosofia non cambierà, perché questo è uno sport e deve rimanere tale".

A sentire Mateschitz, sembra quasi di trovarsi di fronte a uno scontro di civiltà. Dove sta la ragione?

Via | TheF1Times

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: