F1, Trulli bolla come infondate le voci di una sua uscita dalla Lotus

lotus

Jarno Trulli è certo che continuerà a correre per la Lotus nel 2011. L'abruzzese bolla come spazzatura le voci dell'arrivo di Bruno Senna al suo posto: "E' tutto inventato, non c'è nessun fondamento, come per le indiscrezioni sul mio futuro in Nascar. La verità è che prima di venire in Brasile sono andato a Miami, dove ho incontrato Juan Pablo Montoya per un impegno legato agli orologi Audemars Piguet che portano i nostri nomi".

Il pilota di Pescara, che milita nel Circus dal 1997, aggiunge: "Sono tranquillo per il futuro, Mike Gascoyne mi ha già coinvolto nel progetto del prossimo anno. Il resto è solo frutto di speculazioni". Le dicerie erano state avallate da Globe Esport, citando fonti vicine al nipote del mitico Ayrton, il cui debutto in Formula 1 non è stato certo esaltante, anche in virtù dei limiti dell'Hispania Racing, i cui colori sta difendendo. Il giornale parlava di colloqui avanzati per il cambio di divisa.

L'arrivo di Bruno al fianco di Heikki Kovalainen, aveva già spinto alcuni osservatori a fantasticare sul nuovo sodalizio Senna-Lotus, dal sapore comunque diverso da quello originale. Ora Trulli illustra lo scenario in base alla sua conoscenza diretta della situazione, cambiando le note di uno spartito che veniva dato per molto probabile.

Il suo manager Lucio Cavuto rincara la dose: "Quelle sentite in questi giorni sono tutte chiacchiere messe in giro da Senna, che a quanto pare ha avuto quest'anno pure dei problemi a rispettare gli obblighi finanziari assunti verso l'Hispania".

Via | Autosport.com

  • shares
  • Mail