Renault Mégane RS N4: nuova proposta per i privati dei rally asfalto

Renault Mégane RS N4

Oggi Renault ha presentato ufficialmente la nuova Mégane RS omologata in categoria N4: la vettura, pensata per i piloti privati che competono nei rally su asfalto, raccoglie la tradizione delle tante vetture da rally Gruppo N sviluppate dalla Losanga in oltre un quarto di secolo, dalla mitica Supercinque GT Turbo alla Clio RS, passando per le varie R11 Turbo, R19 16v e Clio Williams.

Il regolamento di Gruppo N, come sapete, impone norme rigorose in termini di modifiche rispetto alla vettura di serie, limiti che rendono la Mégane RS N4 molto simile al modello di serie da cui deriva. Primo esempio in questo senso viene proprio dal 2.0 turbo, la cui potenza massima è cresciuta di soli 20 CV rispetto alla stradale, raggiungendo i 270 CV complessivi, ma disponibili già da 4000 giri. La coppia ha fatto una bella impennata, passando da 340 a 470 Nm a 3000 giri.

Nel complesso gli interventi sul motore sono l'adozione di una centralina sviluppata da Cosworth, uno scarico dedicato ma comunque dotato di catalizzatore e silenziatore, un intercooler aria-aria raffreddato con getti d'acqua e l'adozione di flange regolamentari da 33 mm. Il propulsore è abbinato ad una trasmissione ad H a 5 rapporti, concepita specificatamente per questo utilizzo. Renault Sport Technologies, nello sviluppo del prodotto, ha naturalmente cercato performance e affidabilità, ma non ha ovviamente potuto trascurare aspetti come il contenimento dei costi di gestione.

Renault Mégane RS N4

Renault Mégane RS N4
Renault Mégane RS N4

Come il resto della gamma Rally, anche questa nuova Mégane RS N4 è commercializzata sotto forma di kit. Di seguito vi illustriamo alcuni dei suoi dettagli tecnici principali.

Sviluppate in collaborazione con Öhlins, le sospensioni utilizzano ammortizzatori idraulici regolabili su tre vie (compressione a bassa ed alta velocità, estensione) allo scopo di offrire una vasta gamma di settaggi in funzione del tipo di percorso del livello di grip, delle condizioni meteo e dello stile di guida di ogni pilota.

All’avantreno, la Mégane RS N4 utilizza dischi flottanti da 355 mm, con pinze Brembo a 4 pistoncini. Al retrotreno invece, i dischi sono gli scanalati di serie, con pinze a due pistoncini. Come da regolamento, niente ABS. Il ripartitore di frenata, comunque, permette al pilota di distribuire la pressione frenante tra avantreno e retrotreno. Pompa freni e pedaliera, sempre in ossequio al regolamento, sono le stesse del modello di serie. Naturalmente è presente il freno a mano idraulico.

Al fine di garantire la massima affidabilità, il cambio è il componente sul quale si è intervenuti maggiormente. Il regolamento impone un comando ad H ed il montaggio nel carter d’origine. Il cambio della Mégane RS N4 è equipaggiato con differenziale autobloccante a slittamento limitato. Diverse coppie coniche consentono di variare il rapporto finale secondo le caratteristiche di ciascuna prova speciale. La frizione, specifica, è fornita da AP Racing. Infine, è presente un radiatore per il raffreddamento dell’olio del cambio.

La scocca di Mégane R.S. è rinforzata ed irrigidita al fine di aumentare la sicurezza: debutta qui naturalmente, un roll-bar saldato conforme alla regolamentazione FIA, sedili Sabelt equipaggiati di cinture a 6 punti compatibili con il sistema HANS, e l'estintore automatico a comando elettrico. Il quadro strumenti e la console centrale sono praticamente di serie: l'unica aggiunta è il display LCD che visualizza tutte le informazioni essenziali per il funzionamento del motore, un tripmaster e dei led luminosi per ottimizzare il cambio marcia.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: