F1, McLaren ottimista sui progressi per il 2011

paragon

In casa McLaren c'è ottimismo per i progressi che sta facendo segnare il progetto della monoposto destinata al Campionato del Mondo di Formula 1 del prossimo anno. La scuderia inglese sta affinando dei concetti di design innovativo, dai quali si aspetta di ottenere un vantaggio significativo sui rivali.

Dopo aver introdotto l'F-Duct, il team di Woking sta cercando di spingere in alto la ricerca di soluzioni inedite per la sua MP4-26, con risultati incoraggianti. Tim Goss, ingegnere capo della vettura 2010, ha affermato che il feedback in corso di sviluppo è promettente: "Siamo soddisfatti. Non possiamo dire molto sulle idee messe in campo, ma Doug McKiernan e il suo gruppo hanno fatto un ottimo lavoro sul piano aerodinamico".

Alla domanda di Autosport sui margini che il nuovo regolamento offre alle idee inedite, Gross ha risposto: "Assolutamente si. E' un bene che ci siano ancora delle nicchie dove poter esprimere la fantasia progettuale. I regolamenti offrono sempre dei margini per l'innovazione. Su questi bisogna lavorare per cercare di fare meglio degli avversari". Ovvio che non si può prescindere dalle risorse finanziarie: "E' facile per gli aerodinamici avere uno spunto, ma bisogna credere nelle cose che si fanno. Ogni soluzione ha dei costi impegnativi, quindi bisogna avere una ragionevole certezza sul reale apporto in termini prestazionali".

Il concetto dell'innovazione come chiave del successo per la prossima stagione, naturale nell'universo del Circus, era stato ribadito negli scorsi giorni da Martin Whitmarsh. Il boss della McLaren aveva già anticipato che nella pentola della sua squadra bolle qualcosa di buono per il 2011. Cresce quindi la voglia di conoscere il jolly da cui i tecnici d'oltremanica si aspettano un valore aggiunto al loro pacchetto, ritenuto valido nell'insieme. Ma è troppo presto per sbilanciarsi.

Via | Autosport.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: