F1: Lotus Racing reagisce alla presentazione della nuova Lotus Renault

Chiunque immaginasse che con l'arrivo della Lotus Cars (la casa automobilistica del Group Lotus, che fa capo alla malese Proton) in Formula 1, sarebbero state spazzate via tutte le polemiche con la Lotus Racing di Tony Fernandes (la squadra che quest'anno ha corso con Trulli e Kovalainen), era decisamente fuori strada.

La dimostrazione è arrivata proprio oggi: Lotus e Renault non hanno nemmeno fatto in tempo a presentare la prima foto della monoposto nero-oro che correrà nel 2011, che subito è arrivata la reazione di Lotus Racing, nelle persone di Fernandes stesso e Mike Gascoyne. Breve ma fondamentale premessa per capire il nocciolo di una questione altrimenti incomprensibile ai più: Colin Chapman, lo storico fondatore della Lotus (nata nel 1952), separò le attività agonistiche dalla produzione della casa già nel 1954, fondando il Team Lotus.

Dopo vari passaggi di mano, troppo contorti per essere adeguatamente affrontati in questa sede, nel 1994 David Hunt (fratello del James Campione del Mondo F1 1976 su McLaren) è entrato in possesso del Team Lotus allora in bancarotta, mantenendolo nelle sue mani praticamente fino ai giorni nostri, per poi cederlo di recente a Tony Fernandes. Chiarito l'antefatto, possiamo passare alle reazioni odierne.

Lotus Formula 1 2010


Fernandes e Gascoyne hanno scritto oggi su Twitter che l'ingresso in F1 di Lotus Cars a braccetto con Renault, non muterà di una virgola il loro impegno nella serie, né soprattutto li farà demordere nel loro intento di usare il nome Team Lotus nel 2011. "State tranquilli, il Team Lotus siamo noi e siamo qui per restare. Siamo in F1 per progettare, costruire e far correre le nostre monoposto, che nascono a Norfolk, e che vogliamo portare alla vittoria in futuro", scrive Gascoyne ai fans.

Fernandes, con una buona dose di sarcasmo, è stato ancora più diretto del collega: "Non sono mai stato più fiducioso di oggi nel futuro del Team. Ah, sembra che ci abbiano fregato l'idea della livrea nero-oro..." ha scritto il buon Tony, alludendo al recente annuncio della sua squadra, intenzionata a riportare in auge la suddetta colorazione nel 2011.

Gli ha fatto eco Gascoyne, ricordando il recente premio riconosciuto proprio a Fernandes: "Congratulazioni a Tony Fernandes, uomo d'affari dell'anno secondo Forbes Asia. Scommetto che nessuno in Proton ha mai vinto questo premio!". Le premesse per una lunga scia di polemiche, citazioni, ricorsi e noiosissimi strascichi, ahinoi, ci sono tutti. E dire che nel 2010 eravamo riusciti a parlare (quasi) solo di sport...

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: