Ferrari: si continua a spingere per team con tre vetture

Montezemolo è ancora convinto della bontà della sua idea. I top team di Formula 1 devono avere la possibilità di schierare non due, ma tre vetture in Campionato, secondo il Presidente del Cavallino. Che insiste anche su un secondo punto rispetto al quale si è più volte espresso di recente: adottare limiti meno restrittivi per i test invernali.

Il buon Luca ha inoltre avuto modo di sottolineare nei giorni scorsi un'altra sua convinzione in merito alla griglia di F1: consentire lo schieramento della terza vettura ai top team sarebbe stato molto più proficuo che aprire le porte della massima serie ai nuovi team.

"Le nuove squadre? Onestamente credo sarebbe meglio poter vedere in pista la terza vettura dei top team piuttosto che monoposto che avrebbero difficoltà anche in GP2. Continuerò a propugnare quest'idea con forza anche in futuro. E poi dobbiamo sbloccare questo assurdo limite ai test invernali". Evidentemente il Presidente aveva il dente avvelenato, perché ha avuto da ridire anche sui nuovi circuiti.

Jules Bianchi nuovo collaudatore Ferrarii


Su questo aspetto, Montezemolo è di fatto d'accordo con Jean Todt, che intende impegnarsi per favorire i sorpassi sulle prossime piste: "sarebbe meglio pensare più alle gare e ad incrementare le opportunità di sorpasso e meno alle belle architetture". Non mancano però secondo il Presidente segni di risveglio della FIA sotto la guida di Todt.

"Fortunatamente, la regola che vietava gli ordini di squadra, che era veramente ipocrita, è stata abolita. Gli ordini di squadra rientrano nella logica di questo sport e chi corre per Ferrari ne è perfettamente al corrente. Sotto Jean Todt la FIA sta cominciando a lavorare nella giusta direzione e questa decisione ne è la conferma".

Via | Autosport

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: