F1, Mark Webber: "Non ho mai pensato di andarmene dalla Red Bull"

Nemmeno nel momento peggiore nell'anno. Nemmeno dopo la storiaccia dell'ala nuova a Silverstone, fregata a Mark per metterla sulla macchina di Vettel che l'aveva rotta. Webber dice di non aver mai pensato di lasciare la Red Bull a fine stagione. A pensare male si fa peccato ma ci si azzecca, diceva quello là, e volendo essere maligni potrebbe anche darsi che l'australiano si sia fatto due conti: "ho la macchina migliore, chi me lo fa fare?".

Comunque sia andata, lasciamo da parte per un momento le ipotesi e veniamo alle dichiarazioni ufficiali: "Non ho mai preso in considerazione l'idea di andare altrove" ha affermato Mark durante una trasmissione della BBC. Il pilota della monoposto austriaca sa che all'età di 34 anni, non è che restino molte cartucce da sparare, agonisticamente parlando, e per questo nel 2011 proverà di nuovo a raggiungere il titolo mondiale, anche se ancora una volta sarà durissima, almeno quanto quest'anno.

"Nel 2010 sono successe molte cose nuove per la squadra. Adesso Sebastian è Campione del Mondo e io l'anno prossimo devo essere messo in condizione di poterlo battere in quante più occasioni sia possibile. Non ci dimentichiamo poi che avremo a che fare con i soliti noti nella lotta al titolo: Alonso, Hamilton e Button: con i nuovi regolamenti ripartiamo tutti da zero. Ho tutte le carte in regola per cominciare la stagione al massimo della carica e raggiungere il mio obiettivo".




  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: