F1, Ferrari: "Nessun ordine di squadra a inizio stagione"

montezemolo

Anche il prossimo anno Felipe Massa inizierà il campionato su un piano di assoluta parità con Fernando Alonso. Il pilota brasiliano si vede così rinnovare la fiducia, anche se le parole pronunciate qualche giorno fa da Luca di Montezemolo dovrebbero spingerlo a fare meglio nel 2011.

Ricodiamo che il numero uno del "cavallino rampante", riferendosi alla seconda metà della stagione 2010, aveva detto: "Al giro di boa Felipe era un pò stufo, voleva stare di più a casa, ha fatto guidare il fratello, ma ha promesso che il prossimo anno tornerà lui al volante".

Questa dichiarazione aveva creato degli interrogativi sul ruolo del paulista, specie adesso che la Fia ha deciso di liberalizzare gli ordini di scuderia. Ma da Maranello fanno sapere che non ci saranno corsie preferenziali, almeno all'inizio. Le cose potrebbero però cambiare nel corso dell'anno, in base agli sviluppi della situazione. Un fatto è chiaro: la Ferrari punta al doppio successo iridato, quindi farà il possibile per maturare il risultato, anche a costo di sacrificare le ambizioni di uno dei due piloti.

Ecco le parole di Montezemolo: "Se penso che uno dei miei driver non è in condizione di vincere il campionato, lo cambio. Voglio due interpreti in grado di raggiungere la vetta. Non mi piace avere una persona frustrata sin dalla prima gara perché costretta a un ruolo da gregario. Le gare, inoltre, sono imprevedibili. Quello che conta è avere una buona intesa tra i piloti in caso di necessità".

"Sicuramente -aggiunge Montezemolo- nella seconda metà dell'anno dobbiamo essere molto aperti, ma nella prima parte della stagione è nell'interesse della squadra mettere entrambi i conduttori nella migliore situazione".

Interpellato su eventuali cambiamenti in organico, dopo che Alonso ha perso il mondiale per le scelte infelici del muretto nella gara finale di Abu Dhabi, il presidente dice di preferire la stabilità al caos che c'era prima del 1993: "A quel tempo la Ferrari era piena di polemiche tra ingegneri, team manager e piloti. Ora siamo costantemente competitivi. Quindi non aspettatevi grandi cambiamenti per la squadra".

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: