La Nordschleife del Nurburgring rischia di chiudere

E' un circuito dalle caratteristiche straordinarie, ricco di storia come pochi altri. La Nordschleife del Nurburgring ha un fascino magnetico per gli appassionati, che non resistono alla forza del suo richiamo. Ora l'impianto, che fino al 1976 ha ospitato il GP di Germania di F1, versa in cattive acque, per i debiti di gestione accumulati nel tempo.

Si parla di un disavanzo spaventoso, che mette a rischio la sua sopravvivenza. A confermarlo è Sabine Schmitz, figlia di uno dei custodi del tempio. Nonostante sia meta di pellegrinaggio continuo da parte delle case automobilistiche e dei tifosi, che spendono 22 euro per ogni giro di pista, i conti non tornano, perché le spese di mantenimento sono più alte degli incassi.

Il rischio della sua chiusura è una prospettiva concreta. Per scongiurarla si stanno tentando diverse soluzioni, non ultima una petizione su Facebook lanciata dal gruppo "SaveTheRing". La speranza è di riuscire a salvare l'impianto da un triste destino, perché rappresenta una pagina molto importante degli sport motoristici.

La Nordschleife è la versione delle origini di questa glorioriosa realtà adagiata sui morbidi rilievi dell'Eifel. Si tratta di una traccia stradale lunga 22,8 chilometri, intorno al castello di Nürburg, in Germania. Viverla in diretta è un'emozione indimenticabile. Oltre al giro singolo si possono acquistare dei pacchetti, che nel 2011 hanno questi costi: 4 giri 90 euro, 15 giri 310 euro, 25 giri 470 euro. Sono compresi nel prezzo pure un buono pasto e la visita al museo Ring Werk. Poi c'è anche l'abbonamento annuale, proposto a 1.350 euro.

Via | Italiaracing.net

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: