Patrick Head fa il punto sulle nuove regole 2013



Patrick Head sappiamo è uno degli uomini che su incarico della Fia ha lavorato alla stesura del nuovo regolamento tecnico che cambierà profondamente il volto della Formula 1 a partire dal 2013.

Il ritorno del propulsore Turbo è certamente l’aspetto più importante del nuovo assetto della massima formula, e Patrick fa nuovamente il punto su questa rivoluzione che suscita entusiasmo per alcuni, ma anche preoccupazioni in altri. Vediamo le considerazioni del grande tecnico inglese dalle sue parole: "So che ci sarà qualche preoccupazione, magari non a torto. C'è chi ad esempio ritiene che un quattro cilindri non sia all'altezza della F1, ma non dimentichiamo che un motore di questo tipo vinse il Mondiale nel 1983 (con la BMW, ndr)".

"Penso che sia fondamentale chiedersi innanzitutto quale sia il ruolo della Formula 1: laboratorio tecnologico o puro spettacolo? Nessuno discute il fatto che questa categoria rimanga pioniera nello sviluppo, ma non dobbiamo prendere una strada del tutto diversa da quella della produzione di serie. Per questo si parla anche qui di turbo, di efficienza nei consumi e di cilindrate più contenute".

"Il travaso di innovazioni dalla pista alla strada non è poi così frequente, almeno non in maniera diretta. Spesso la F1 ha ispirato soltanto il principio di certe novità introdotte dai costruttori sui propri modelli per il pubblico, ad esempio il KERS non sarà mai adottato così com'è oggi su un autobus, ma la competizione farà sì che le sue componenti divengano sempre più utilizzabili".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: