Red Bull: Newey definisce "fastidioso" il tiro al bersaglio da parte dei rivali

La Red Bull è risultata la vettura più veloce del 2010, su questo non si discute. A quanto pare però, nel corso della passata stagione, le tante osservazioni che i rivali hanno fatto su questo o quel particolare della monoposto disegnata da Adrian Newey hanno finito per infastidire il geniale progettista: "dopo un po' le critiche sono diventate fastidiose".

Oggetto delle osservazioni sono state in particolare la ridottissima altezza da terra con cui le RB6 riuscivano ad affrontare le qualifiche e l'ala anteriore, che qualcuno giudicava eccessivamente flessibile. Su entrambe le questioni, la FIA non ha riscontrato alcunché di irregolare da parte della squadra austriaca. Come rivelato nel corso dell'intervista rilasciata ad Autosport, la RB6, pur imprendibile nel 2010, non ha convinto da subito la squadra, che a inizio stagione non si aspettava affatto la superiorità dimostrata.

"Ci sono stati importanti cambiamenti regolamentari, come l'abolizione dei rifornimenti e l'adozione di gomme anteriori più strette. Senza contare che non eravamo gli unici ad adottare dall'inizio il doppio diffusore: era molto difficile prevedere come sarebbe andato il 2010". Nonostante il perentorio doppio Mondiale ottenuto quest'anno, in Red Bull nessuno ha l'intenzione di dormire sugli allori. Proprio a partire da Newey, che è già al lavoro sulla RB7, una vettura sul cui potenziale preferisce però non sbilanciarsi.




  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: