F1, Ross Brawn: "Non voglio smettere di lavorare"

brawn

Ross Brawn respinge l'ipotesi di chi sostiene che sia pronto a dimettersi da team principal della Mercedes GP. Diversi osservatori, parlando dei piani di ristrutturazione per il 2011 della squadra di Brackley, parlano del possibile spostamento del tecnico inglese a una ristretta area operativa.

Qualcuno ha anche scritto della prospettiva di un suo ritiro, ma Brawn insiste che non è ancora giunta l'ora dell'uscita di scena. In un'intervista al periodico Auto Motor und Sport, il direttore sportivo della stella ha detto: "Non mi dimetto fino a quando questa squadra non avrà raggiunto il successo".

Alla domanda sulle chance della Mercedes GP di ripetere il miracolo compiuto dalla Brawn nel 2009, l'ingegnere di Manchester ha risposto: "Le circostanze sono diverse. Nel 2008 avevamo 750 persone a Brackley e diverse centinaia in Giappone per la Honda. Non abbiamo più quei numeri".

Poi ha aggiunto: "La favola della Brawn non potrà nuovamente realizzarsi, ma sono sicuro che avremo una vettura molto buona. Quanto lo sarà potremo saperlo solo in pista. Se non verranno disattese le nostre aspettative, avremo una base interessante e un'organizzazione all'altezza per il migliore rendimento nell'arco della stagione".

La lotta per la gloria sarà molto dura, come ammette lo stesso Brawn: "E' vero che abbiamo iniziato lo sviluppo della monoposto 2011 in anticipo, ma questo non significa che abbiamo messo più risorse rispetto a Red Bull, Ferrari e McLaren, che sono le tre squadre giunte davanti a noi".

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: