WRC Nuova Zelanda.

Valentino rossi WRC Nuova Zelanda


Dopo una seconda giornata in cui Gronholm ha amministrato il vantaggio costruito da subito, la tappa finale è stata di nuovo un monologo del pilota Ford che ha messo il suo nome in cima a tutte le speciali accontentandosi di un semplice quarto posto solamente sull'ultima speciale di questo rally difficile, fangoso ed in molti tratti addirittura stretto. Vero scudiero è stato Mikko Hirvonen, che dimostra di avere costanza e determinazione, ed in questo modo diventa fondamentale il suo ruolo nella corsa al titolo costruttori che con questo rally è definitivamente nelle mani di casa Ford.

Mikko Hirvonen WRC Nuova Zelanda

La battaglia più viva di questo appuntamento si è conclusa a favore di Manfred Stohl, che dopo essersi scambiato il terzo posto con Dani Sordo nelle prime due giornate, ha mantenuto la posizione fino al termine della diciassettesima speciale, senza la tranquillità di amministrare il vantaggio. Alle sue spalle infatti Xavier Pons ha cominciato a dare tutto, rischiando anche di buttare un quinto posto, ma la tenacia lo ha premiato e dopo essersi rigirato sulla PS14, ha continuato imperterrito ed ha così conquistato un quarto posto distante solo 16"8 dal podio. Beffato il compagno di scuderia Sordo che ha vissuto diversi guai all'assetto della vettura e sul finale ha pagato un ultimo punto in classifica. Petter Solberg porta ancora una volta la sua Subaru al traguardo, nonostante continui problemi di grip all'avantreno ed una pioggia inopportuna lo abbiano rallentato, il risultato fa comunque comodo. Chiude bene anche Perez Companc con l'eccelsa Ford della Stobart, che vede questo settimo posto come un buon inizio per la prossima stagione. Chiude la zona punti la prima gruppo N, la Subaru di Latvala, che con questa seconda vittoria termina la stagione in quarta posizione dietro a Mirco Baldacci che ha conquistato i punti necessari per non essere superato ma che non bastano a terminare da vice campione il P-WRC. Una gara che sembrava volgesse al meglio per il sammarinese, con una prima vittoria molto vicina, che è sfumata duarante la quattrodicesima speciale.
Buono il risultato di Valentino Rossi, che porta a termine il suo primo vero rally, una delle tappe del mondiale più impegnative e che lo vede in undicesima posizione davanti ad Henning Solberg, impegnato a capottare, e a Matthew Wilson partito malissimo e coinvolto in una gara tutta in rimonta.

Photo | ewrc-media.com

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: