Alonso: "Solo in Australia sapremo dove si trova la Ferrari"

alonso

L'inizio del Campionato del Mondo di Formula 1 si avvicina e ci si interroga sulle possibili gerarchie in pista. Al momento, però, fornire una risposta è rischioso, per le molte incertezze che caratterizzano questa fase. Abbiamo visto come molti piloti rimandano il giudizio alla gara di apertura.

Anche Fernando Alonso preferisce la prudenza. Lo spagnolo della Ferrari, durante l'evento organizzato dal Banco Santander a Madrid, ha ribadito quanto già detto in precedenza: "Soltanto a Melbourne sapremo davvero dove siamo rispetto agli altri".

Ovvio che le "rosse" si troveranno nei piani alti, ma è difficile dire a quale livello: "Per il momento sono contento, perché abbiamo dimostrato di avere una vettura affidabile. Se tutto va come previsto saremo nel gruppo di squadre in grado di lottare per il titolo, insieme a Red Bull, McLaren, Mercedes e anche Renault, che ha fatto dei passi avanti già alla fine dello scorso anno. Pure la Toro Rosso ha compiuto dei progressi importanti".

Alonso esprime delle perplessità sull'apporto che le nuove gomme daranno alle dinamiche di gara: "Per quello che abbiamo visto, il degrado è molto rilevante. Ciò vuol dire che avremo molti pit-stop in corsa. E' una prospettiva che non mi entusiasma, anche perché credo che questa maggiore incertezza non favorisca le squadre più forti".

Per illustrare meglio il concetto, l'asturiano si affida a un paragone calcistico: "E' come se si decidesse di assegnare un rigore per parte ogni mezz'ora. Squadre come il Barcellona e il Real Madrid non farebbero certo salti di gioia. Comunque siamo tutti nelle stesse condizioni: sarà importante essere i più veloci, perché non credo che si riuscirà a fare una sosta in meno dei diretti avversari". Il quadro diventerà però più chiaro dopo la prima sfida, che si svolgerà il 27 marzo a Melbourne.

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: