Ecclestone trova in Texas un alleato per la pioggia artificiale

tavo

In mezzo a un mare di critiche, Bernie Ecclestone trova pure chi condivide la sua strampalata idea della pioggia a comando per i Gran Premi di Formula 1 del futuro. Un giudizio favorevole alla proposta è giunto in queste ore da Tavo Hellmund, artefice del nuovo sbarco statunitense del Circus, che considera brillante l'idea del manager inglese.

Ecclestone aveva ipotizzato la soluzione, a mio avviso bizzarra e priva di qualità, per rendere più spettacolari le gare, cercando di mettere una pezza ai tanti errori strategici commessi nel corso degli anni. Un approccio discutibile, che lascia l'amaro in bocca in chi si aspetta una sfida vera, non viziata da fattori artificiali.

Evidentemente c'è pure qualcuno che la pensa in modo diverso se anche Hellmund condivide l'approccio del vecchio Bernie. Lui crede che le gare sul bagnato siano spettacolari e convincenti, permettendo ai veri talenti di emergere, quindi è pronto a dotare la pista di Austin degli impianti di irrigazione già presenti in altri tracciati, facendo tesoro del fatto che la costruzione della pista texana è ancora nelle fasi iniziali.

Via | F1sa.com

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: