Formula 1: la McLaren non è ancora in grado di vincere secondo Hamilton

lewis_hamilton Comincerà in sordina il 2011 della McLaren, a meno che Hamilton e compagni non stiano facendo pretattica. Il campione inglese ha rivelato oggi ad Autosport che la squadra non è ancora in grado di lottare per la vittoria, e che questa situazione si ripercuoterà sull'inizio della stagione alle porte. McLaren deve apportare vasti cambiamenti alla monoposto e -ha riconosciuto Lewis- si sta già adoperando per migliorarla.

"Mi chiedete se al momento credo di avere una macchina che mi permetterà di vincere il Mondiale? No, non penso, ma questo non vuol dire che non possiamo farcela. I miglioramenti che abbiamo compiuto possono ancora andare avanti, quindi finché continuiamo a spingere nella giusta direzione con lo sviluppo possiamo sperare di chiudere il gap con i migliori e lottare per le vittorie", ha dichiarato Hamilton.

"Se riusciamo a fare buoni punti nelle prime gare, allora non ci troveremo miglia indietro in classifica. Diciamo per esempio che riusciremo a raggiungere la top five nelle prime tre o quattro gare: se dovessimo avere una vettura in grado di vincere più avanti nella stagione, tutto sarebbe ancora possibile. Per questo non ci metto una pietra sopra. Tutto è ancora da vedere", ha proseguito il pilota.

Al di là degli auspici tuttavia, in questi giorni il piatto McLaren piange, come testimoniano i risultati dei test di Barcellona, dove Hamilton ha ottenuto il quarto miglior tempo a oltre un secondo dal crono di Sebastian Vettel. "Giornata dura, non abbiamo percorso abbastanza chilometri. Sono venuto qui per fare un bel po' di giri, diciamo un centinaio, o quantomeno una simulazione di gara", ha commentato Hamilton.

"In questa fase dei collaudi di solito iniziamo a lavorare sui pit stop e facciamo una o due simulazioni di gara al giorno. Finora invece non ne abbiamo messa insieme nemmeno una...".

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: