"Vettel e Hamilton insieme? Difficile". Horner raffredda il fantamercato

chris_horner

Il più delle volte, due galli in un pollaio sono troppi: la storia della F1 è piena di conferme al vecchio adagio. Eppure la prospettiva di vedere due talenti all'opera nella stessa squadra non smette di intrigare. Non appena le prime indiscrezioni su un possibile arrivo di Lewis Hamilton in Red Bull hanno cominciato a circolare, i media e il pubblico si sono galvanizzati. Lo stesso Chris Horner, numero uno del muretto, aveva accarezzato l'idea di fare il colpaccio, ma oggi ha ammesso che realizzare una prospettiva del genere è decisamente "difficile".

"È difficile immaginare di poter gestire due piloti del calibro di Seb e Lewis sotto un solo tetto. Ci sarebbero i fuochi d'artificio, come durante la convivenza tra Hamilton e Alonso in McLaren". L'affermazione di Horner è stata interpretata dal giornalista della BBC che lo intervistava, come un implicito ridimensionamento del talento di Webber. "Assolutamente no. Vettel e Webber sono a due punti molto diversi delle loro carriere e sono complementari l'uno dell'altro". Salvataggio in corner o sincera convinzione?

  • shares
  • Mail