GP Cina, bilancio Ferrari delle libere del venerdì

massa

La prima giornata di prove libere del Gran Premio di Cina di Formula 1 non è stata tra le più facili per la Ferrari, costretta a fare i conti con un problema idraulico alla monoposto di Fernando Alonso, che ha impedito di completare il programma previsto. Molti i fronti su cui si sono concentrati gli uomini del "cavallino rampante", nella ricerca di quel recupero prestazionale necessario ad evitare una fuga in avanti degli avversari.

I tecnici hanno fatto diverse valutazioni aerodinamiche, per cercare di affinare il comportamento della monoposto, eliminando le cause all'origine delle differenze emerse in questo avvio di campionato tra i dati letti in galleria del vento e quello ottenuti in pista. A questo scopo sono state provate nuove componenti, la cui verifica è stata affiancata al consueto lavoro su gomme e assetto.

Alonso, che ha chiuso le due sessioni in posizione piuttosto arretrata, commenta così la sua giornata: "Ho perso tempo prezioso a causa di un problema idraulico nella prima e, soprattutto, nella seconda sessione. Purtroppo non sono riuscito a fare delle verifiche sulla distanza per capire il degrado dei pneumatici ma, fortunatamente, Felipe ci è riuscito con entrambi i tipi. Così, almeno, abbiamo una base di partenza".

"Per quanto riguarda le nuove soluzioni aerodinamiche -prosegue lo spagnolo- è troppo presto per dire se rappresentano davvero un vantaggio: i tecnici dovranno analizzare attentamente i dati prima di trarre delle conclusioni. Non mi aspetto dei cambiamenti rispetto a quanto visto in Malesia e in Australia: McLaren e, soprattutto, Red Bull sono più veloci di noi, quindi godono dei favori del pronostico. Al momento non siamo in grado di lottare per la vittoria, ma ciò non vuol dire che non ci proveremo".

Analaga, nelle sue grandi linee, la lettura di Felipe Massa, sesto in entrambi i confronti odierni: "Come già accaduto nelle prime due gare della stagione, oggi abbiamo visto una Red Bull molto veloce. Sono abbastanza soddisfatto del comportamento della vettura sulla distanza, quando si sono viste delle cose interessanti. Spero in una qualifica migliore, ma sappiamo che sarà molto difficile mentre, per quello che si è visto, penso che in gara ci potrà essere una situazione simile a quella della Malesia".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: