Gare spettacolo al Motor Show

Liuzzi


Bè dopo qualche giornata di silenzio dovuta a difficoltà logistiche nell’organizzare e inserirci pienamente all’interno dell’evento cominciamo a parlarvi di questa trentunesima edizione del Motor Show. La domenica del 10 è stata la prima giornata che ha riunito il pubblico delle grandi occasioni nella Shell Arena, dove a garantire lo spettacolo sono state le sfide del Bomb Boogie Eurotouring del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli e di quella disciplina tra lo sport e l’acrobazia che corrisponde al nome di Drifting, con il Fast & Furious Toyo Drift. Il B.B. Euroturing è stato quello che ha fornito più spettacolo con grandi nomi del Turismo internazionale come Zanardi, Farfus, Larini sfidati da centauri anche questi di grande caratura come Capirossi e Melandri.

Come spesso succede i centauri non hanno avuto timore reverenziale verso i colleghi delle 4 ruote tirando fuori prestazioni di assoluto rilievo, con Melandri che ha mancato la finale solo per un piccolo errore, s’è consolato comunque battendo Larini con la Lacetti nella finale per il terzo posto. La finalissima ha invece visto protagonisti Colciago su Seat Leon e Augusto Farfus su 156 il quale all’ultimo giro della seconda manche ribalta la situazione avendo la meglio su Colciago che fino a quel momento era in vantaggio. Spettacolo e divertimento anche dalle Ferrari 430 del Challenge Trofeo Pirelli, con finale a fari accesi tra l’Austriaco Baron e Livio col secondo che ha la meglio dopo una manche anche questa molto tirata. Ma il clou dello spettacolo che ha infuocato l’Arena è stata l’esibizione della Scuderia Toro Rosso con Tonio Liuzzi che si è impegnato con grande grinta a domare i cavalli della sua monoposto nel toboga Bolognese regalando controsterzi a volontà.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: