F1: "Schumacher dovrebbe porsi delle domande" secondo David Coulthard

F1:

Il momento in cui Michael Schumacher deve porsi delle domande sul suo futuro in F1 è maturo, secondo quanto affermato oggi da David Coulthard. Il deludente 12° posto in Turchia è stata solo l'ennesima prestazione minuscola dell'(ex) asso tedesco, maturata ancora una volta all'ombra di un weekend più che buono per il giovane compagno di squadra Nico Rosberg.

Le considerazioni dello scozzese arrivano all'indomani dei commenti a caldo di Schumi, che ha ammesso per la prima volta di aspettarsi di più dal suo ritorno in F1. Le prestazioni mancano, la squadra è in pieno flirt con l'arrembante Paul Di Resta e la gioia di correre, come dichiarato alla BBC dal tedesco, pare venire meno.

"Non sta allo stesso livello del compagno, questo è un dato di fatto. Le statistiche dimostrano che Nico sta sfruttando la macchina meglio di Michael", ha sentenziato DC. "Schumacher ha tantissimo talento, ma adesso si deve porre delle domande. La chiave è nel fatto che non si sta più divertendo, e per essere del tutto onesto a inizio 2008 mi trovavo nella sua stessa situazione", ha proseguito David.

"Non ero competitivo come avrei potuto essere e in gara non mi divertivo come un tempo: quello è il momento buono per smettere. Questa sensazione matura dentro di te finché non ti guardi nello specchio e capisci che si tratta di un messaggio. Non si può portare indietro il tempo". Un fatto è certo: vedere Schumacher sverniciato contemporaneamente da due piloti di metà classifica (per non parlare degli arrembaggi subiti da Barrichello...) fa davvero poco piacere a chi lo ricorda come il Kaiser.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: