Operato Davide Rigon dopo il brutto incidente in GP2



La sfortuna ha colpito Davide Rigon in Turchia, durante la gara di GP2, un brutto incidente provocato da una brutta manovra di Julian Leal che lo spedisce contro il muro provocandogli la frattura scomposta di tibia e perone.

Rigon è stato prontamente soccorso e medicato sul posto, e poi portato in una struttura ospedaliera, l’Anadoliu Hospital dove ieri mattina è stato operato.

L’operazione, guidata dall’equipe del Professore Semih Takka s’è conclusa in modo positiva dopo 3 ore e mezzo. Per stabilizzare la frattura i medici della struttura sanitaria turca hanno dovuto installare nella gamba di Rigon la bellezza di 21 chiodi.
Un doveroso ringraziamento viene rivolto sia alla struttura del’ Anadoliu Hospital, ma soprattutto alla staff tecnico e medico della Scuderia Ferrari per il pronto intervento in pista e per il supporto in ospedale.

Il ritorno in Italia di Davide Rigon è atteso per questo fine settimana. Solo a quel punto si potrà avere un quadro generale sui tempi di recupero.“L’intervento è andato molto bene. Per ridurre le fratture scomposte a tibia e perone della gamba di Rigon sono stati necessari 21 chiodi. Questo ci fa capire l’importanza dell’intervento.

Per questo voglio ringraziare il Prof. Semih Takka che ha eseguito l’intervento e in particolar modo la struttura della Scuderia Ferrari che si è subito precipitata in pista per portare i primi soccorsi a Davide e per accertarsi sulle sue condizioni fisiche. Davide dovrebbe rientrare in Italia questo fine settimana. Poi inizierà la lunga riabilitazione,” commenta il manager Giovanni Minardi.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: