Dispetti fra piloti: in Nascar si restituiscono il contatto

Il pilota 24enne non ha poi fatto marcia indietro, continuando ad accusare JJ Yele (neanche lui esente da colpe).

Brennan Poole ha concluso anzitempo la gara del campionato NASCAR a cui stava partecipando domenica, organizzata sul circuito Iowa Speedway di Newton (Stati Uniti). Il pilota 24enne è stato punito con la bandiera nera in relazione ad un incidente causato al giro 151, quando ha toccato e mandato contro il muretto JJ Yele, colpevole a sua volta di un peccato simile: nel corso dell’11° giro, come testimonia il video, Yele aveva bussato contro il paraurti dell’avversario e lo aveva costretto ad una lunga rimonta.

Poole non ha digerito l’affronto ed ha atteso 140 giri prima di consumare la sua vendetta. A fine gara si è sfogato, accusando apertamente Yele e criticandolo per aver di fatto compromesso la sua gara. “Il contatto è assolutamente privo di senso: mancavano ancora 245 giri. Ci è costato un sacco di soldi – le parole di Poole –. Abbiamo riparato in fretta l’auto e poi ci siamo scontrati. Fa parte delle competizioni. Mi spiace che sia accaduto proprio fra noi due, ma a volte questi episodi possono verificarsi”. Yele, neanche a dirlo, pensa esattamente l’opposto. I due partecipavano alla NASCAR Xfinity 3M 250, poi vinta da Chris Buescher. Poole è stato squalificato.

  • shares
  • Mail