Gp Monaco F1 2015: la gara di Montecarlo in chiave Pirelli

La sfida di Montecarlo si è chiusa nel segno della Mercedes e delle polemiche. Da un lato la gioia per il successo di Rosberg; dall'altro l'imbarazzo per il disguido strategico che ha penalizzato Hamilton.

pirelli-monaco

Gp Monaco F1 2015 – Il successo di Nico Rosberg nella gara di Montecarlo è maturato con una strategia ad una sola sosta. Il pilota tedesco della Mercedes, al terzo successo di fila nella sfida del Principato, è partito con gomme Pirelli P Zero Red supersoft per poi passare alle P Zero Yellow soft.

Comprensibile la sua gioia al traguardo, in una giornata agrodolce per la squadra della “stella”, che ha fallito una probabile doppietta per un pit stop in più richiesto a Lewis Hamilton, nel quale il campione del mondo in carica ha montato la gomma supersoft.

Quasi tutti i piloti sono partiti con le mescole più morbide ed hanno effettuato poi una sola sosta, ad eccezione di Nico Hulkenberg, Fernando Alonso, Valtteri Bottas e di entrambi i drivers della Manor, partiti con le gomme soft. Come al solito, l’usura e il degrado si sono rivelati minimi sul circuito con l’asfalto meno abrasivo di tutta la stagione.

  • shares
  • Mail