NASCAR: esce dall'abitacolo ed inveisce contro un avversario

Le norme sono diventate più severe dopo il terribile incidente fa Tony Stewart e Kevin Ward Jr.

Il regolamento della NASCAR prevede multe salatissime nei confronti dei piloti che abbandono la propria vettura: nessuno di loro può rimanere sul circuito ed inveire contro un avversario, colpevole magari di una manovra poco gradita.

L’obbligo è stato recentemente violato da Jennifer Jo Cobb, impegnata venerdì nella Lucas Oil 200, conclusasi anzitempo per quello che la pilota riteneva fosse un errore commesso da Tyler Reddick: il conducente della vettura numero 19 pare abbia tamponato l’automobile di Cobb, mandandola contro un muretto a bordo pista.

La pilota non ha digerito il contatto ed ha urlato qualche imprecazione nei confronti di Reddick, che avrebbe poi vinto la gara. Le norme sono state inasprite dall’agosto 2014, in seguito all’incidente fra Tony Stewart e Kevin Ward Jr, conclusosi purtroppo con la morte di quest’ultimo: il 20enne era rientrato in traiettoria per vendicarsi di Stewart, che lo aveva mandato fuori strada qualche giro in precedenza.

  • shares
  • Mail