Gp Austria F1 2015: vendite di biglietti in calo a Spielberg

Il calo di interesse verso la Formula 1 produce i suoi effetti e le sue reazioni. Un cambio di rotta è indispensabile.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Dopo la sfida di Montreal, gli occhi degli appassionati puntano sul Gp Austria F1 2015, che si avvicina velocemente all'orizzonte. La gara di Spielberg, in programma nel weekend del 21 giugno, non godrà di una grande cornice di pubblico.

Pare, infatti, che le vendite di biglietti non stiano andando benissimo. Se lo scorso anno ci furono 95 mila spettatori, quest'anno il trend è meno felice. Gli uomini della Red Bull, nella veste di promotori agonistici, si aspettano non più di 60-70 mila presenze, con un calo rilevante rispetto al 2014.

Il consulente sportivo del team di Milton Keynes addebbita la responsabilità allo stato attuale della Formula 1, frutto di scelte di governance poco felici, che hanno portato a un forte calo di interesse verso la categoria, anche in virtù di un'impostazione delle monoposto poco spettacolare.

Marko crede che anche il dominio della Mercedes stia incidendo sulle cifre del coinvolgimento, ma è il quadro complessivo a meritare dei miglioramenti. L'ex pilota austriaco si aspetta delle novità, ma i colloqui in corso per rendere le vetture 5-6 secondi al giro più veloci, accompagnate da un sound più esotico, sono a suo avviso delle semplici chiacchiere, perché nulla di concreto è stato ancora partorito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail