Gp Silverstone F1 2015, Alonso: Peggiorermo ancora prima di migliorare

L'ex ferrarista partirà 17°, davanti al compagno di squadra. Obiettivo del Gp è arrivare al fondo: non ci riesce da cinque gare.

Un primo piano di Fernando Alonso

L’ennesima disastrosa qualifica non priva Fernando Alonso di una certa lucidità d’analisi, nonostante la situazione continui a rivelarsi grave e di non facile miglioramento. “Fra tre settimane correremo in Ungheria e non cambierà nulla – ammette sconsolato il pilota della McLaren –. Lo stesso accadrà in Belgio, quindi dico ai tifosi più impazienti di tornare a seguire le gare dal Giappone o dal Messico: fino ad allora non vi saranno miglioramenti. E’ probabile che i risultati saranno ancora più negativi”.

Il 33enne di Oviedo rivela che lui ed i tecnici sono a conoscenza delle imminenti difficoltà, “ma il piano consiste nell’andare peggio, venir penalizzati e da lì iniziare a migliorare. Tutto sta andando peggio rispetto a come immaginassimo, ma stiamo comunque migliorando rispetto a quanto visto nelle prime tre o quattro gare”.

D’ogni modo riconosco che non sia piacevole vederci sempre fuori nella Q1. Al momento però siamo calmi – prosegue l’ex ferrarista –. Siamo migliorati un po’: quella di oggi è stata una fra le migliori qualifiche dell’anno. Può sembrare contradditorio, ma non siamo mai stati a soli 1,5 secondi dalle Ferrari. Loro per di più montavano pneumatici medium, ed il circuito è il secondo più lungo del campionato. Ora dobbiamo concentrarsi per recuperare quel piccolo deficit di potenza”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail