F1, Horner: "Due o tre mesi per gli effetti dei progressi Renault"

Alcune squadre lamentano carenze prestazionali nei motori usati. Il team di Milton Keynes appartiene al gruppo. Ecco cosa si profila.

red-bull.jpg

Red Bull si aspetta dei progressi dal motore Renault, che paga un deficit di performance rispetto ai diretti rivali, incidendo sul passo di gara delle (ex) “lattine volanti”.

Il team di Milton Keynes occupa il quarto posto in classifica costruttori, a grande distanza dai primi tre. Ovvio che ci sia un po' di delusione nel gruppo, specie tenendo conto delle stagioni luminose di pochi anni fa.

Uno dei soggetti sul banco degli imputati è il cuore Renault, inferiore alle aspettative in termini di grinta. Pare che il costruttore francese stia sperimentando con successo degli aggiornamenti, ma prima che questi facciano il loro debutto ci vorrà del tempo.

Christian Horner, team manager della Red Bull, fa le sue stime, con parole molto chiare, riprese dal sito di Grand Prix Times: “La Renault sta facendo dei progressi sull'unità propulsiva. I suoi uomini stanno prendendo delle decisioni strategiche il cui impatto peserà anche sul prossimo campionato. Prima che il nuovo step faccia il suo debutto in pista ci vorranno però da due a tre mesi. Noi vogliamo le prestazioni il prima possibile”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail