Dakar 2007 - Tappa 2. I duri cominciano a giocare

Carlos Sainz Dakar 2007


Oggi è il Carlos quello giusto a portarsi in testa ai risultati di questa seconda tappa. Un fondo scivoloso, piuttosto compatto, che tutti concordano nel definire simile alle prove WRC, e dunque non può non essere il terreno adatto a Carlos Sainz, che rifila 29" alle Mitsu di Roma e Alphand che coprono la speciale con lo stesso tempo e si propongono tra le posizioni di testa. Scende in nona posizione, ma mantiene il primo posto in classifica Carlos Sousa con un gap di 45" sul diretto inseguitore Sainz.
Fuori dal podio le altre due Mitsubishi di Peterhansel e Masuoka, ed il TDI di de Villiers seguito dalla BMW di Chicherit.
Primo dei buggy è quello di Barbosa in ottava posizione.

Grandi difficoltà per Vatanen che esce "zuppo" da un guado, errore piuttosto imperdonabile che lo costringe ad una sosta forzata di un'ora e mezza prima di poter ripartire con la sua Touareg che nell'irruenza del finlandese ha aspirato parecchia acqua.
Guai vari per diversi equipaggi che sperimentano innocui ribaltamenti o digressioni giù per i dirupi che risparmiano la coppia Nobre/Palmeiro che in dieci minuti riprende il via della corsa.
Gli italiani vedono in testa Orioli (17°) che con il suo Isuzu è deciso a stare avanti, così come il suo compagno di scuderia Markku Alen (21°). Il resto dello squadrone tricolore ricopre le posizioni seguenti: Traglio (56°), De Lorenzo (76°), Biasion (91°), Manfrinato (92°), il francese Saby (101°), Mossi (152°) e Barnini (164°), quest'ultimo chiude a 29 minuti di distacco il ritardo dal leader di giornata, nulla di estremamente preoccupante rispetto ai tempi visti ieri.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: