Dakar 2007 - Tappa 3. Il sudafricano de Villiers vince nel suo continente

De Villiers Dakar 2007


Tre vincitori su tre speciali della Dakar 2007 giunta oggi sul continente nero. Di nuovo la Volkswagen vincente nella prima tappa africana che ha visto protagonista de Villiers. All'avvio sembrava che la Mitsubishi di Masuoka potesse avere la meglio, un tratto in cui era necessaria molta capacità di orientamento, ma dove poi la leadership temporanea dell'equipaggio giapponese è stata recuperata dal pilota sudafricano e dall'altro big, Carlos Sainz, che a fine giornata balza in testa alla classifica generale. Dunque de Villiers vince la tappa, Sainz segue a 25" e la Mitsubishi di Peterhansel si piazza terza di giornata con un ritardo di oltre tre minuti.

Problemi enormi per i primi equipaggi che hanno dovuto scartare decine di motociclisti nascosti dalla polvere, e ancora più complicato evitare di bucare, come serenamente dichiara de Villiers, o stabilire la pista senza avere l'aiuto di una traccia lasciata da qualche altro equipaggio come sottolinea Sainz evidenziando il valore dell'operato del suo navigatore Perrin.
Luc Alphand ci tiene a dire che il passo formidabile delle Volkswagen fa parte di una tattica molto più aggressiva, che potrebbe pagare, ma che mette a rischio una immane fatica compiuta fino a questo momento.
Non cambiano i mezzi che accedono ai posti alti delle speciali, oltre al duello Volks-Mitsu, con quattro vetture ciascuna nei primi otto posti, di nuovo le BMW superstiti di Chicherit (9°) ed Al Attiyah (10°) e dodicesimo il buggy di Schlesser.
Guai e ancora guai per la Kleinschmidt che dopo una sosta forzata sperimenta l'incendio della sua BMW generato probabilmente dalla vegetazione secca esposta al calore della sua auto. Dieci minuti di attesa per il mezzo di assistenza e la pilotessa è pronta a riprendere il via per conservare una ventesima posizione che la colloca ad un'ora di distacco dal leader Sainz.
Trentaseiesimo di tappa è Petersen, proprio il boss della Petersen Motorsport White Lightning Racing impegnata nell'ALMS, che raggiunge la venticinquesima posizione assoluta in classificacon il suo Buggy Chevrolet.
Uno sguardo al tricolore anche oggi soprattutto per tenere presente coloro che affrontano questa avventura senza un supporto mediatico come quello che, seppur simpaticamente, accompagna le pulci del deserto. Orioli è 17° di tappa e 25° assoluto, Traglio 46° in questa terza tappa, i De Lorenzo 127°, (Saby 136°), Manfrinato 137°, Biasion 142°, Barnini 157° e Mossi 163°.
Pessima avventura per Ellen Lohr ed il team MAXDATA che deve rinunciare all'impresa di portare la Mercedes ML a Dakar, un guaio al cambio e l'impossibilità di far intervenire l'Actros di servizio hanno definitivamente lasciato sulla penisola iberica l'equipaggio che così abbandona dopo appena due tappe il Raid e punta tutto sull'Unimog impegnato tra i camion.

I risultati di giornata e la classifica generale.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: