Gp Singapore F1 2015, Ferrari: importante il raffreddamento dei freni

Sempre più vicino l'appuntamento con un nuovo atto della stagione agonistica in corso. La Ferrari è pronta alla sfida.

Gp Singapore F1 2015 – Poche ore ci separano dall'avvio del weekend agonistico di Marina Bay. Su questo circuito, illuminato dai faretti, andrà in scena in notturna un altro appuntamento del calendario iridato, nella fase conclusiva di una stagione che dopo Monza ha lasciato l'Europa.

Gli uomini della Ferrari si preparano a sostenere il nuovo confronto, con la speranza di fare bene. Ecco le parole di Esteban Gutiérrez, terzo pilota della scuderia di Maranello, sulle pagine del sito ufficiale: "La pista di Singapore ha ventitré curve ed è uno dei più lunghi da questo punto di vista. Anche se si corre di notte, il livello di umidità è altissimo e se si considera che spesso si arriva a quasi due ore di gara, è facile intuire quanto sia fisicamente impegnativo per i piloti".

"Le temperature elevate -continua il messicano- non sono estreme solo per chi guida, ma anche per l’impianto frenante: a Singapore ci sono frenate importanti e un aspetto estremamente delicato è il raffreddamento dei materiali. L’umidità complica ulteriormente la dispersione del calore dei freni e per questo, su un tracciato cittadino senza molti rettilinei, il loro raffreddamento assume un'importanza fondamentale".

  • shares
  • Mail