F1: allarme Red Bull, motori Ferrari unica soluzione

E' finito il contratto con Renault e non è stato trovato l'accordo con Mercedes per i propulsori 2016

Red Bull sull'erba

Red Bull F1 – La situazione in casa Red Bull (e anche Toro Rosso) per la stagione 2016 è sempre più complicata. Dopo la rottura con la Renault ed il mancato accordo con la Mercedes (che fornirà i propri motori alla Manor), il team di Milton Keynes ha quasi l’obbligo di trovare un accordo con la Ferrari per avere i motori per disputare il prossimo Mondiale.

I due team si sono già parlati recentemente, ma non sarà facile riuscire a mettersi d’accordo: la Red Bull vorrebbe le ultime evoluzioni della power unit, in modo da poter essere competitiva, da Maranello invece non vogliono rafforzare una diretta concorrente e rendere questo accordo un boomerang, offrendo al team anglo-austriaco i motori 2015.

Una proposta ritenuta “irrispettosa” da parte di Mateschitz e Marko, ma che la Red Bull rischia di essere costretta ad accettare, se non vuole restare a piedi. Ecclestone potrebbe mettersi in mezzo ed aiutare i team a trovare un accordo, per evitare di perdere due scuderie in un colpo solo, ma più passa il tempo e più lo sviluppo della vettura 2016 ritarda. E questo alla Ferrari di certo non dispiace.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: