GP Europa F1: vince Vettel davanti ad Alonso

vettel

Sebastian Vettel vince il Gran Premio d'Europa di Formula 1, mettendo una seria ipoteca sul titolo mondiale 2011. Ormai i pronostici sono saldamente a suo favore, grazie a una situazione di classifica molto vantaggiosa per lui. Il pilota tedesco della Red Bull detta il ritmo in modo imperioso, con sei successi in otto gare.

Un ruolino di marcia autorevole, che lascia poche speranze ai rivali. Oggi il migliore di questi è stato Fernando Alonso, giunto secondo al traguardo, dopo una bella gara con la sua Ferrari, molto consistente sulla pista di Valencia. Terzo posto alla bandiera a scacchi per Mark Webber, con Lewis Hamilton, Felipe Massa e Jenson Button nelle posizioni a seguire. Poi Rosberg, Alguersuari e Heidlfeld, ultimo della top ten. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Al via le Red Bull scattano bene, conservando le due posizioni di testa. Ottimo lo spunto delle due "rosse", che scavalcano la McLaren di Lewis Hamilton, insediandosi alle spalle delle "lattine volanti". Dopo il primo giro Vettel comanda le danze, davanti a Webber, Alonso e Massa, con il brasiliano rimesso subito in riga dallo spagnolo, sfilato al via dal compagno di squadra paulista, poi prontamente ripreso e scavalcato.

Quinta piazza per Hamilton, seguito da Rosberg, Button, Schumacher, Sutil e Heidfeld, che chiude il gruppo dei primi dieci. Vettel, con strada libera, guadagna terreno sugli inseguitori, mettendo in chiaro le sue ambizioni. Il campione del mondo in carica punta al successo e vuole farlo capire presto a tutti gli altri, che sperano di giovarsi dell'evoluzione della gara.

Al quinto giro Button supera Rosberg, portandosi al sesto posto. Davanti a lui Hamilton guadagna terreno su Massa, che paga gli effetti di una sbavatura di guida. Qualche minuto dopo l'asso di Stevenage torna ai box e anche altri fanno la stessa scelta. Al tredicesimo passaggio rientra Webber; due tornate dopo tocca a Vettel e Alonso, in simultanea.

Lo spagnolo del "cavallino rampante" si avvicina all'autraliano della Red Bull, rallentato da Karthikeyan e dall'alta temperatura dei freni posteriori. I tifosi di Valencia cominciano a immaginare il sorpasso, che avviene al 22° giro. Facile capire la gioia del pubblico, che spera nel colpaccio dell'idolo di casa, in rimonta anche su Vettel.

Webber è terzo, davanti a Hamilton, Massa e Button. Quando si completa la seconda tornata di pit stop, Vettel conserva la leadership, ma Webber si riprende la seconda posizione, tolta ad Alonso per il gioco delle soste. Lo spagnolo di Maranello corre un grande rischio nel doppiaggio di Trulli, ma per fortuna tutto si risolve con una grande paura e con un gesto di disappunto da parte del ferrarista.

Quarto è Hamilton, davanti a Massa, che accusa oltre mezzo minuto di ritardo sul leader. L'asso di Stevenage perde però terreno, per problemi alle gomme della sua McLaren, consentendo alla "rossa" del brasiliano di avvicinarsi, portandosi a cinque secondi da lui. Al 41° giro l'alfiere del team di Woking recupera la corsia dei box. Anche Webber fa il suo pit stop.

Tre giri dopo tocca a Massa cambiare le gomme, mentre Alonso resta in pista nel tentativo di recuperare terreno prima della sua sosta, che avviene al 46° passaggio. Grazie alla perfetta esecuzione della strategia, l'asturiano torna al secondo posto, scatenando la gioia dei tifosi spagnoli.

Vettel è al comando, con 10" di vantaggio sul diretto inseguitore a sei giri dalla fine, quindi è difficile ipotizzare un cambio al vertice, a meno di sorprese, che non avvengono, lasciando inalterata fino alla bandiera a scacchi la situazione di classifica. Vince il tedesco, davanti ad Alonso e Webber. Poi Hamilton, Massa, Button, Rosberg, Alguersuari, Heidlfeld e tutti gli altri.

GP Europa F1, ordine d'arrivo:

01. Vettel Red Bull-Renault 1h39:36.169
02. Alonso Ferrari + 10.891
03. Webber Red Bull-Renault + 27.255
04. Hamilton McLaren-Mercedes + 46.190
05. Massa Ferrari + 51.705
06. Button McLaren-Mercedes + 1:00.000
07. Rosberg Mercedes + 1:38.000
08. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 giro
09. Sutil Force India-Mercedes + 1 giro
10. Heidfeld Renault + 1 giro
11. Perez Sauber-Ferrari + 1 giro
12. Barrichello Williams-Cosworth + 1 giro
13. Buemi Toro Rosso-Ferrari + 1 giro
14. Di Resta Force India-Mercedes + 1 giro
15. Petrov Renault + 1 giro
16. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1 giro
17. Schumacher Mercedes + 1 giro
18. Maldonado Williams-Cosworth + 1 giro
19. Kovalainen Lotus-Renault + 2 giri
20. Trulli Lotus-Renault + 2 giri
21. Glock Virgin-Cosworth + 2 giri
22. D'Ambrosio Virgin-Cosworth + 2 giri
23. Liuzzi HRT-Cosworth + 3 giri
24. Karthikeyan HRT-Cosworth + 3 giri

Classifica piloti:

01. Sebastian Vettel (Red Bull) 186
02. Jenson Button (McLaren) 109
03. Mark Webber (Red Bull) 109
04. Lewis Hamilton (McLaren) 97
05. Fernando Alonso (Ferrari) 87
06. Felipe Massa (Ferrari) 42
07. Nico Rosberg (Mercedes) 32
08. Vitaly Petrov (Renault) 31
09. Nick Heidfeld (Renault) 30
10. Michael Schumacher (Mercedes) 26
11. Kamui Kobayashi (Sauber) 25
12. Adrian Sutil (Force India) 10
13. Jaime Alguersuari (Toro Rosso) 8
14. Sebastien Buemi (Toro Rosso) 8
15. Rubens Barrichello (Williams) 4
16. Sergio Perez (Sauber) 2
17. Paul Di Resta (Force India) 2
18. Heikki Kovalainen (Lotus) 0
19. Jarno Trulli (Lotus) 0
20. Jerome d'Ambrosio (Virgin) 0
21. Narain Karthikeyan (Hispania) 0
22. Pastor Maldonado (Williams) 0
23. Pedro de la Rosa (Sauber) 0
24. Timo Glock (Virgin) 0
25. Vitantonio Liuzzi (Hispania) 0

Classifica costruttori:

01. Red Bull 295
02. McLaren 206
03. Ferrari 129
04. Renault 61
05. Mercedes 58
06. Sauber 27
07. Toro Rosso 16
08. Force India 12
09. Williams 4
10. Hispania 0
11. Lotus 0
12. Virgin 0

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
51 commenti Aggiorna
Ordina: